Libero
APP

Le migliori app per ridurre lo spreco alimentare

La sostenibilità ha molte forme, anche quella della lotta allo spreco alimentare: ancora una volta, la tecnologia può venire in aiuto, con alcune app che forniscono diversi tipi di suggerimenti, allo scopo di ridurre lo spreco di cibo.

Laura Fasano Divulgatrice e Content Creator di tecnologia

La sostenibilità è diventata un tema sempre più importante a livello sociale ed economico, portando alla luce l’impatto che i nostri comportamenti hanno sull’ambiente. Per questo ognuno dovrebbe cercare di valutare il proprio impatto ambientale e provare a fare scelte quotidiane che possano migliorarlo.

Una delle azioni più semplici che si possono fare per ridurre l’impatto ambientale personale è evitare lo spreco di cibo, che ha conseguenze notevoli sull’ambiente e in parte anche sulle economie globali e sulla disponibilità di risorse.

Secondo l’indagine Waste Watcher 2023 sullo spreco alimentare, ogni persona getta 524,1 g di cibo alla settimana. Se vi sembrano pochi, pensate che parliamo di ben 4,2 milioni di tonnellate di cibo sprecate ogni anno.

In questo video parleremo proprio di come migliorare le nostre abitudini anche grazie all’aiuto della tecnologia e, in particolare, di 4 applicazioni gratuite da scaricare sul nostro smartphone Android o iOS per guidarci e consigliarci, aiutandoci a pianificare i pasti, a fare la spesa in modo più efficiente, a utilizzare gli avanzi degli alimenti e ad acquistare in modo più consapevole e responsabile.

TooGoodToGo

Si tratta di un’app che permette ai commercianti con bar, forni, pasticcerie e a supermercati ed hotel di mettere in vendita il cibo rimasto invenduto a fine giornata.

Al suo interno, i consumatori possono comprare una Magic Box con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi che altrimenti andrebbero buttati. Basta geolocalizzarsi, scegliere tra i locali disponibili, ordinare la propria Magic Box, pagarla tramite l’app e andarla a ritirare nella fascia oraria prestabilita per scoprire cosa c’è dentro. Tutto ciò a un terzo del prezzo di vendita.

Svuotafrigo

Già il nome dice molto: se nel frigo ci sono degli alimenti in scadenza ma la creatività fatica ad emergere, quest’app potrebbe aiutarvi a ridurre gli sprechi. Permette, semplicemente scrivendo, di combinare gli alimenti che si hanno a disposizione creando ricette più o meno complesse.

Prima di mettersi ai fornelli, è sufficiente entrare nell’app, cercare ciò che sta per scadere, scegliere se si vuole creare un primo, un secondo o un dolce e seguire le istruzioni proposte dall’app.

App contro spreco alimentareFonte foto: MisterGadget.Tech Shutterstock

Myfoody

Myfoody è nata nel 2016 dall’idea di un gruppo di ragazzi italiani under 30. 

È l’app che grazie alla geolocalizzazione troverà nei dintorni supermercati, produttori e rivenditori che hanno prodotti in scadenza, con difetti di confezionamento o in eccedenza da trasformare in offerte per chi vuole ridurre l’impatto ecologico della spesa e, perché no, anche risparmiare.

Salvando i propri punti di vendita preferiti si possono ricevere le notifiche dei prodotti disponibili e nel blog dell’app si trovano anche tante idee per ricette antispreco insieme a trucchi per curare benessere e salute.

UBO

Non è solo un’app ma anche una piattaforma web che fa parte di un’iniziativa più ampia di sensibilizzazione sullo spreco alimentare. Il nome deriva proprio da Una Buona Occasione e vuole lavorare per diminuire quella confusione ed incertezza che deriva dal non conoscere bene le regole di corretta conservazione degli alimenti.

Può capitare di gettare cibo effettivamente andato a male perché non si è stati capaci di conservarlo bene o, dall’altro lato, si corre il rischio di sprecare alimenti in realtà ancora buoni, perché si crede per errore che possano far male. 

Nell’App UBO, si possono trovare consigli sulla conservazione di ben 500 alimenti, nonché informazioni sulla relativa impronta idrica, sugli apporti nutrizionali e sul riutilizzo degli avanzi e degli scarti. 

BestBefore

Anche BestBefore ha l’obiettivo di salvare dallo spreco i prodotti in scadenza, imperfetti o a fine stock ritirandoli dai venditori e rendendoli disponibili a prezzi scontati. Non si tratta propriamente di un’app, ma di una piattaforma online dove i prodotti si possono selezionare per data di scadenza (14, 10, 7 giorni) o per categoria (salumi, pasta, formaggi, etc).

Ogni lotto di prodotto viene caricato esattamente a 14 giorni dalla scadenza e rimane disponibile all’acquisto per 7 giorni. Ogni giorno, un algoritmo applica uno sconto progressivo: dal 5% del primo giorno al 50% di sconto del 7° giorno. Una volta scelto cosa acquistare si mette nel carrello e si effettua il pagamento: entro 48 ore i prodotti vengono consegnati a casa.

Anche stavolta la tecnologia ci aiuta in modo semplice a migliorare le nostre abitudini quotidiane, la consapevolezza sull’impatto delle nostre scelte e a mettere in pratica comportamenti che fanno stare bene noi e l’ambiente che ci circonda. 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963