Libero
MediaTek è già al lavoro su rete 6G e WiFi 7 Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

MediaTek è già al lavoro su rete 6G e WiFi 7

Il colosso dei chip guarda già al futuro e annuncia i suoi ultimi sviluppi delle tecnologie WiFi 7 e 6G, che vedremo concretamente tra qualche anno

Mediatek, sempre più protagonista dell’hi-tech: conosciuta soprattutto per i processori prodotti per gli smartphone, come il recentissimo Dimensity 9000 che aspira a competere col Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1, è attiva anche in numerosi altri campi dell’elettronica di consumo, dalle Smart TV alle reti. A pochi giorni dalla fine del CES 2022 di Las Vegas, quindi, Mediatek ha fatto il punto sui suoi progetti per due delle tecnologie più importanti dei prossimi anni: WiFi 7 e reti 6G.

La prima tecnologia è stata oggetto di una dimostrazione a porte chiuse, che ha coinvolto produttori di hardware di rete leader del settore. La seconda, invece, è stata oggetto di un “white paper“, cioè una ricerca documentata che ha delineato le caratteristiche tecniche della nuova connessione, secondo MediaTek. L’azienda di Taiwan, lo ricordiamo, è una produttrice di semiconduttori “fabless“, cioè senza fabbrica, e si affida ad altre compagnie per la produzione dei propri chip e dispositivi. Tuttavia, è anche una delle aziende tech più all’avanguardia negli ultimi anni, dunque non stupisce affatto che abbia presentato adesso due tecnologie, come il WiFi 7 e il 6G, che noi utenti useremo realmente solo tra molti anni. Il futuro, si sa, va progettato per tempo.

WiFi 7: la prova ne svela la velocità massima

La dimostrazione a porte chiuse di MediaTek ha svelato i suoi piani per il WiFi 7. Lo standard ufficiale di WiFi 7 è identificato dalla sigla “Wi-Fi 802.11be" e, in buona sintesi, dovrebbe raddoppiare la velocità dell’attuale WiFi 6 a parità di antenne: per la precisione, grazie ai canali a 320 MHz e alle migliorie della tecnologia QAM (che permette di coprire efficacemente un’intera stanza), la velocità dovrebbe aumentare di 2,4 volte rispetto al WiFi 6.

Il risultato è stato raggiunto da MediaTek anche grazie all’introduzione della tecnologia multi-link MLO, che aggrega più canali diversi affinché disturbi e congestioni sulle singole frequenze (derivanti da altri device WiFi, dispositivi smart e domotici, elettrodomestici) non interferiscano con il flusso dei dati.

La tecnologia MLO – ha dichiarato Mediatek – sarà fondamentale per gli streaming video, di giochi e per qualsiasi altra attività che necessiti di un throughput [cioè un continuo scambio di dati, ndr] costante, rapido e istantaneo“. I primi prodotti WiFi 7 dovrebbero arrivare nel corso del 2023.

6G: efficienza energetica, copertura e tempi

MediaTek ha realizzato un white paper per presentare le innovazioni del 6G. La ricerca non solo evidenzia le possibili applicazioni e alcune delle caratteristiche della nuova tipologia di connessione mobile, ma ipotizza anche le prossime tappe del percorso del 6G. Secondo Mediatek il 6G presenterà una maggiore rapidità delle trasmissioni, da 10 a 100 volte più veloci del 5G e con latenza inferiore.

Inoltre il 6G dovrebbe garantire una maggiore e migliore copertura, anche in zone attualmente poco servite: la tecnologia sfrutterà le frequenze basse e medie, così da diffondersi capillarmente e da liberare quelle più elevate per le operazioni che richiedono più banda dati. Mediatek si aspetta che questa migliore gestione delle frequenze comporti anche una migliore gestione dei consumi.

Infine l’azienda immagina che tra il 2024 e il 2025 il 3GPP, il consorzio che si dedica a definire gli standard dei sistemi di telecomunicazione, procederà a definire le caratteristiche del 6G, cioè lo standard definitivo.

Nel 2027, i produttori sapranno quali elementi implementare per soddisfare i requisiti delle nuove connessioni. Solo a partire dal 2030, però, avremo modo di provare il 6G in ambito professionale e consumer.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963