Libero
Musk nei guai: chiude le spiagge pubbliche con la sicurezza privata Fonte foto: ANSA
TECH NEWS

Musk nei guai: chiude le spiagge pubbliche con la sicurezza privata

Dopo la sfida con gli hacker, Elon Musk riceve un avviso dal procuratore del Texas. Il Motivo? Chiude le spiagge pubbliche con sicurezza privata.

Nel Texas meridionale, SpaceX, la compagnia spaziale di Elon Musk, ha rilevato grandi appezzamenti di terreno vicino a Boca Chica Beach. Ed è qui che sta portando avanti una serie di esperimenti che, nelle intenzioni del CEO, dovrebbero contribuire al primo viaggio dell’umanità sul pianeta Marte.

Nonostante l’obiettivo finale non possa non destare entusiasmo, per chi vive nei pressi di Boca Chica Beach, gli esperimenti di SpaceX sono fonte di molti problemi. A cominciare, ad esempio, dal traffico continuo, uno degli effetti collaterali della chiusura al transito di alcune strade da parte della società, in concomitanza con alcuni degli esperimenti.

Perché Musk è stato avvisato dal procuratore del Texas

La situazione ha raggiunto il punto di ebollizione quando il procuratore distrettuale del Texas ha recapitato a SpaceX un avvertimento secondo il quale, con la chiusura delle spiagge pubbliche per lungo tempo e l’utilizzo di guardie private senza licenza per allontanare curiosi e cittadini dalle zone off-limits, la compagnia spaziale potrebbe violare diverse regole.

C’è di più. Sembra infatti che gli esperimenti falliti di SpaceX, che a volte si concludono con una spettacolare detonazione, spargano i detriti dei veicoli esplosi sulle spiagge aperte ai vacanzieri. E naturalmente ai texani questo non piace neanche un po’.

Ecco quindi l’intervento del procuratore distrettuale della contea di Cameron, di cui Boca Chica Beach fa parte. Secondo una comunicazione ottenuta dalla CNN e datata 11 giugno, il responsabile giudiziario mette in guardia SpaceX contro azioni che potrebbero rendere la società e i dipendenti “soggetti ad arresti e procedimenti giudiziari“.

Cosa è successo tra Musk e gli hacker, cosa c’entra Musk con le criptovalute

Prima di Musk contro lo stato del Texas, ha fatto parlare di sé anche la sfida tra Musk e gli hacker di Anonymous, una vicenda alla quale il fondatore di Tesla ha alluso come a una montatura.

Ma non passa settimana che Musk non faccia parlare di sé. Vale soprattutto per quanto riguarda le criptovalute (in particolare il dogecoin), oggetto del desiderio di molti e investimento assai rischioso secondo le autorità finanziarie. Nel campo, Musk si è accreditato a tal punto che ormai riesce a far crollare le quotazioni con un solo tweet.

Giuseppe Giordano

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963