Libero
TV PLAY

Napoleon: errori e polemiche per il film di Ridley Scott

Nel film Napoleone ci sono molte inesattezze ed errori storici. Ecco quali sono e come ha risposto alle critiche il regista Ridley Scott

napoleone-joaquin-phoenix Fonte foto: Apple TV+

Napoleone (Napoleon), l’ultimo film di Ridley Scott, è uscito al cinema nella seconda metà di novembre per poi approdare successivamente sulla piattaforma di streaming Apple Tv+ (sulla quale tra l’altro arriva anche una versione del film director’s cut della durata di oltre quattro ore). Il film racconta l’ascesa e la caduta dell’imperatore francese Napoleone Bonaparte, interpretato dall’attore premio Oscar Joaquin Phoenix. Alcune persone, dopo aver visto il film, hanno però commentato con un pizzico di polemica la presenza di errori e imprecisioni storiche.

Gli errori storici del film Napoleone

Ridley Scott in effetti si è preso alcune libertà storiche e artistiche nel raccontare la vita di Napoleone e il suo matrimonio con Giuseppina. Ad esempio, nel film Bonaparte è spesso mostrato a cavallo in testa al suo esercito durante le battaglie, mentre secondo molti storici l’imperatore in realtà dava indicazioni strategiche dalle retrovie, senza mai mettersi in pericolo di vita. Tra l’altro, l’imperatore  quanto pare non era affatto abile nel cavalcare! Anche la ricostruzione della battaglia di Austerlitz, considerata uno dei maggiori successi militari di Napoleone, è diversa nel film rispetto a quanto realmente accaduto. In particolare, non c’era un grande lago ghiacciato, ma una serie di stagni.

Un’altra inesattezza fatta notare da alcuni spettatori esperti è che Napoleone non ha mai messo piede sul suolo britannico e non ha mai incontrato di persona Arthur Wellesley, il Duca di Wellington. Non solo: pare proprio che Napoleone non fosse presente nemmeno alla decapitazione di Maria Antonietta. Un’imprecisione più clamorosa è invece la scena del film in cui Napoleone e il suo esercito prendono a cannonate le piramidi e la Sfinge: in realtà, pur combattendo in Egitto nelle vicinanze di queste costruzioni, Napoleone e il suo esercito non sono mai stati così vicini da causare danni.

Napoleone e Giuseppina: la storia vera 

Anche nel rapporto tra Giuseppina e Napoleone ci sono alcune inesattezze storiche. Prima di tutto, in realtà era lei a essere più grande di lui (di sei anni) e anche più esperta in materia sentimentale. È inoltre molto improbabile, secondo gli storici, che sia stata Giuseppina ad avanzare l’idea del divorzio, prospettiva che probabilmente la terrorizzava.

La risposta di Ridley Scott agli errori di Napoleone

Interpellato in merito a questi errori storici, il regista Ridley Scott ha spiegato di non avere mai avuto intenzione di girare un biopic, un documentario o un ritratto da manuale storico. Il suo obiettivo, ha detto alla stampa, è stato invece cercare «l’essenza, le emozioni, le svolte umane e politiche di un individuo che credeva nella laicità dello Stato e nell’uguaglianza di tutti i cittadini, ed era anche un appassionato giurista che seppe porre le fondamenta del diritto civile».

«Nei miei lavori non mi limito alla cronologia dei fatti, vado alle radici dei rapporti personali dei personaggi», ha aggiunto Scott. «Volevo dare la mia interpretazione di un uomo, e di conseguenza di un lungo momento sociale e quindi anche politico».

TAG: