Libero
redmi note 11 Fonte foto: Redmi / Weibo
ANDROID

Redmi Note 11 in arrivo: tutto quello che sappiamo

Redmi Note 11 è in arrivo il prossimo 28 ottobre, ma molte delle sue caratteristiche principali sono già note grazie a… Redmi

Redmi continua a investire nella propria gamma prodotti, e nonostante l’azienda nata da Xiaomi sia già tra le più apprezzate del mercato per l’elevato rapporto qualità prezzo dei suoi prodotti, non si può certo dire che tenti di cullarsi sugli allori. Il prossimo in calendario è Redmi Note 11, dal quale ci si aspetta parecchio.

Redmi ha già annunciato che la presentazione del suo nuovo prodotto avverrà il prossimo 28 ottobre, e nelle ultime ore si si è “divertita" ad anticipare ai fan alcune delle soluzioni che saranno impiegate su uno smartphone che, con ogni probabilità, si rivelerà il solito campione di vendite. Gran parte delle informazioni che conosciamo in anteprima rispetto a Redmi Note 11 le conosciamo per mezzo dell’azienda stessa, che, dopo aver annunciato la presenza della ricarica rapida da ben 120 watt, nelle scorse ore ne ha annunciate di altre concentrandosi in particolare sul display: se sono queste le premesse, risulterà essere tra i migliori della categoria.

Il display di Redmi Note 11 sarà magnifico

Su Redmi Note 11 ci sarà per la prima volta uno schermo AMOLED prodotto da Samsung – che in quanto a schermi ha certamente poco da invidiare alla concorrenza – con i pixel disposti a diamante. Questa accortezza progettuale è una delle più raffinate oggi sul mercato, per cui è lecito attendersi una qualità delle immagini superiore a quanto finora non sia mai visto sulla serie Redmi Note.

Come se non bastasse, il display di Redmi Note 11 supporterà la gamma cromatica DCI-P3, il che significa un’elevata accuratezza dei colori, avrà un filtro per le luci blu che affaticano notevolmente la vista, e un sensore di luminosità a 360 gradi che, secondo l’azienda, accresce la rapidità con cui lo schermo adatta la sua luminosità quando si passa da una condizione ad un’altra, ad esempio quando si rientra in casa d’estate.

Le anticipazioni fornite direttamente da Redmi si sono concentrate anche su un aspetto oggi molto sentito. La frequenza di aggiornamento del display infatti arriva a 120 Hz e quella del campionamento del touch a 360 Hz, valori che di solito sono riservati ai prodotti di fascia alta e che incontrano le esigenze di chi vuole giocare su smartphone senza rinunciare a nulla. Va nella stessa direzione la presenza di una coppia di altoparlanti JBL.

Redmi Note 11 sarà uno smartphone molto moderno

I progettisti hanno dedicato buona parte del loro lavoro anche all’estetica del prodotto. Il rapporto tra lo schermo e la superficie totale anteriore è infatti uno dei più spinti di sempre sulla serie Redmi Note, grazie alla rastremazione delle antiestetiche cornici nere intorno al display che adesso misurano appena 1,75 millimetri.

E pure il foro nel display che contiene la fotocamera per selfie e video chiamate è stato preso in prestito dalla pregiata serie Redmi K40, così da essere il più piccolo e meno invasivo possibile: ha un diametro che non arriva a 3 millimetri.

Insomma, se l’obiettivo di Redmi era quello di alzare le aspettative in vista del suo prossimo prodotto, ha certamente scelto il modo ideale per farlo.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963