Libero
wafer silicio microchip Fonte foto: Shutterstock
TECH NEWS

Samsung investirà 356 miliardi di dollari: quanto il PIL della Danimarca

L'industria dell'elettronica è in crisi di produzione e reagisce nell'unico modo che conosce: annunciando investimenti per centinaia di miliardi di dollari per costruire nuovi stabilimenti

Se qualcuno ha ancora dubbi sulla potenza economica delle big della tecnologia, allora dovrebbe considerare questo dato: da qui al 2026 Samsung metterà sul piatto 356 miliardi di dollari (pari a 450 trilioni di won) da investire in Corea del Sud, per sviluppare, secondo quanto riferisce Reuters, nuova tecnologia biofarmaceutica e chip. La cifra dell’investimento supera del 30% il budget di spesa fissato nel quinquennio precedente, in cui la società investì 330 trilioni di won: in pratica una somma quasi identica al PIL 2019 della Danimarca (pari a 354 miliardi di dollari).

Già lo scorso anno, l’azienda di punta, la Samsung Electronics aveva anticipato una quota di investimenti, pari a 151 miliardi di dollari, da spendere fino al 2030 per la produzione di chip e semiconduttori con l’obiettivo di coprire fasce di mercato sempre più ampie. Siamo nel pieno delle conseguenze della più grande crisi della componentistica elettronica generata sia dalla Pandemia da Covid-19 sia dal conflitto in atto tra Russia e Ucraina. Nel 2021, a seguito della chiusura di molte fabbriche collocate tra Cina e Sud-Est asiatico, addette allo stampaggio dei semiconduttori, abbiamo assistito al fermo della produzione, che ha causato a cascata il blocco per lunghi mesi del settore dell’automotive (sempre più affamato di chip di ogni tipo). Conseguenze che si trascinano fino ad oggi, per cui diventa impossibile, per molte aziende, programmare le uscite di nuovi device a causa della mancanza di componenti sul mercato. E infatti, Samsung ha fatto sapere che è importante mantenere la catena di approvvigionamento in Corea del Sud. Gli investimenti, prevede Samsung, porteranno 80.000 nuovi posti di lavoro.

Samsung e la rivale TSMC

Oggi, con un primo investimento da 151 miliardi di dollari, Samsung vuole continuare a competere con TSMC per la fornitura di chip al mercato globale. Somma a cui si aggiungerà la quota derivata dal nuovo investimento di 356 miliardi di dollari. Infatti, sebbene non siano stati forniti dettagli sui piani di investimento, è stato reso noto che i settori strategici inclusi nel piano di spesa di Samsung includono 5G e 6G, oltre all’AI, cioè l’intellgenza artificiale.

Probabilmente con l’obiettivo finale di strappare definitivamente, alla fonderia concorrente TSMC, clienti come Qualcomm (che ha lasciato Samsung per TSMC per produrre lo Snapdragon 8+ Gen 1) o Nvidia.

Samsung e i biofarmaci

Samsung Group prevede di effettuare investimenti consistenti anche nel settore biofarmaceutico con Samsung Biologics e Samsung Bioepis. L’annuncio è stato dato dopo che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha visitato l’impianto di chip di Samsung a Pyeongtaek in Corea del Sud durante il suo tour in Asia.

La visita è stata voluta dal vicepresidente di Samsung Electronics Lee Jae-yong, leader di fatto, che ha ricordato che la società prevede di spendere 17 miliardi di dollari per costruire un nuovo impianto di chip a Taylor, in Texas, che si vanno a sommare ai 17 miliardi di dollari già spesi per rafforzare la sua catena di approvvigionamento.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963