Libero
display pieghevole Samsung Fonte foto: Samsung
TECH NEWS

Samsung mostra gli schermi del futuro: curvi, pieghevoli, arrotolabili

Il futuro è fatto di display di ogni tipo, forma e "piega": ecco i concept e i prototipi di Samsung Display e in quali prodotti li potremo vedere

Tra le tecnologie più avanzate che riguardano i display ci sono i nuovi schermi OLED modellati in varie forme, incluse le curve. Gli OLED, normalmete, offrono immagini nitide e luminose, cornici sottili e neri perfetti e una qualità mediamente più alta rispetto ai display LCD. E su questa base tecnologica che Samsung Display, il ramo dell’azienda sudcoreana che progetta nuove tipologie di schermo, ha sviluppato e presentato le sue novità alla recente Display Week, che si è tenuta a San Jose in California.

Alla fiera californiana l’azienda sudcoreana ha presentato di tutto e di più: dai cosiddetti “Tri-Fold“, come il “Flex G" che si piega due volte verso l’interno e il “Flex S" che si piega due volte dentro e due fuori, come una sorta di origami digitale, che superano i limiti della cerniera singola già vista nei pieghevoli  “a farfalla" e “a conchiglia“, ai nuovi schermi OLED da 7 pollici, 12,3 pollici e 15,7 pollici da installare come cruscotti digitali per le automobili, anche curvi.  Praticamente nulla di tutto ciò è già pronto per il mercato, ma quasi tutto è già almeno alla seconda presentazione. Ciò vuol dire che siamo oltre la fase di “concept" e stiamo entrando in quella dei prototipi industriali. Questi schermi, quindi, sono i display del futuro.

I display che si arrotolano in verticale

Il display che si arrotola è ancora nella fase concept, ossia, in progettazione, ma già promette bene. In pratica il display OLED si srotola letteralmente verso l’alto, in direzione verticale, e non più in orizzontale.

Si tratta di un display da 6,7 pollici che potrà ottimizzare la lettura di documenti di testo o la navigazione web poiché lo schermo si espande verso l’alto. C’è poi uno schermo scorrevole da 8,1 pollici che si espande sia in verticale che in orizzontale e raggiunge i 12,4 pollici. In pratica servirà a creare smartphone che, letteralmente, diventano tablet.

Gli schermi OLED pieghevoli per il gaming

Gli schermi pieghevoli a singola cerniera sono ancora rari, ma non sono una novità assoluta. Anzi, questa tecnologia è già abbastanza matura e ci sono diversi modelli di smartphone pieghevoli in commercio. Samsung, però, ha mostrato alla Display Week una ulteriore possibile applicazione: le console da gioco portatili.

Immaginate una sorta di Nintendo Switch coi controller ai lati e lo schermo al centro, solo che lo schermo si può aprire per diventare molto più grande. non una nuova tecnologia, quindi, ma una nuova applicazione di una tecnologia esistente.

I display per automotive

Infine, c’è il nuovo segmento di mercato dell’automotive: grazie alla spinta di Tesla, ormai tutte le case automobilistiche inseriscono uno o più schermi digitali nei cruscotti delle proprie auto, a volte anche di dimensioni enormi.

Samsung, alla Display Week, ha presentato tre OLED da 7 pollici, 12,3 pollici e 15,7 pollici destinati al mercato automobilistico. I display sono stati esposti nella OLED Auto Zone che simula l’interno di un’autovettura: si possono ottenere, grazie allo schermo, le informazioni di guida tipiche della strumentazione di un autoveicolo. Il design, è integrato e segue le linee curve del cruscotto.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963