Libero
SCIENZA

Scoperta una nuova specie di "lucertola alligatore" in Messico

Si nascondeva nelle foreste degli altipiani in Messico, ma alla fine sono riusciti a scovarla: la nuova specie di lucertola alligatore arborea in Messico.

Si nascondeva sulle cime degli alberi del Messico meridionale e a lungo gli scienziati ne erano rimasti all’oscuro, ma stavolta non ci sono dubbi: quella trovata è una nuova specie di lucertola alligatore arborea, del genere Abronia. Le foreste montane dell’America centrale sono rinomate per la loro biodiversità endemica e questo genere di vertebrati lì è parecchio diffuso. Nello specifico il nuovo studio si riferisce a una nuova specie che vive esclusivamente negli altopiani settentrionali del Chiapas.

Nuova specie di lucertola alligatore arborea scoperta in Messico

Come anticipato, la famiglia delle lucertole alligatore – chiamate così per la tipica somiglianza con il grande rettile – vive esclusivamente nell’America centrale, in particolare nelle foreste umide degli altopiani. Sono animali che raramente si lasciano osservare sia per via del loro comportamento – tendono a nascondersi – che per la ridotta distribuzione nell’habitat.

Ci sono volute oltre 350 ore di ricerca da parte del team autore della scoperta, pubblicata sulla rivista scientifica Plos One, prima di scovare l’animale in questione. Tutto è cominciato nel 2014, quando ben dieci anni fa in alcuni scatti aveva fatto capolino una lucertola arborea che sembrava diversa da quelle osservate e descritte fino a quel momento. Prima di essere ritrovata e osservata direttamente dai ricercatori sono trascorsi sette anni con cinque spedizioni avviate e concluse tra il 2015 e il 2022. Non è stato affatto semplice.

Alla fine, però, ce l’hanno fatta: sono stati trovati cinque esemplari di lucertole e a un’analisi più attenta il team è giunto alla conclusione di essersi imbattuto, appunto, in una nuova specie che ha chiamato Abronia cumenica (da Cuñemo, nome di Coapilla nella lingua indigena Zoque) o lucertola alligatore arborea di Coapilla, città situata nello stato meridionale del Chiapas a circa 700 km a sud-est di Città del Messico.

Se vuoi restare aggiornato sulle ultime news di Libero Tecnologia e sulle migliori offerte del giorno, iscriviti gratis al nostro Canale Telegram: clicca qui.

Abronia cunemica, caratteristiche e peculiarità

La nuova specie si distingue dagli altri membri del genere Abronia per una particolare combinazione di caratteri, come si legge nello studio: “Mancanza di scaglie sovraauricolari protuberanti o simili a spine, mancanza di scaglie posterolaterali della testa protuberanti o simili a casque, dorso della testa giallo pallido con distinti segni scuri, 35-39 file trasversali di scaglie dorsali, fila più laterale di scaglie ventrali ingrandite rispetto alla fila mediale adiacente e dorso marrone con bande trasversali più scure che talvolta sono ridotte a file di macchie”.

In sostanza si tratta di esemplari insolitamente grandi rispetto alle specie già note, che raggiungono quasi 25 cm di lunghezza, con corpi squamosi di colore giallo-marrone ricoperti di macchie a loro volta marroni, ma più scure. Gli occhi, invece, sono pallidi e gialli con delle piccole macchie scure.

Le lucertole alligatore arboree di Coapilla vivono tra circa 3 e 19 metri di altezza tra gli alti arbusti, uscendo allo scoperto tendenzialmente al mattino e al pomeriggio. Gli scienziati hanno potuto osservare anche il comportamento di questi vertebrati nella fase di corteggiamento: il maschio morde la testa e il collo della femmina dopo la “cattura”, fino all’avvenuto accoppiamento.

I risultati hanno concluso, inoltre, che la nuova specie appartiene al sottogenere Lissabronia ma ha caratteristiche comuni anche al sottogenere Abaculabronia, dalle quali è comunque geograficamente separata. “La continua perdita di habitat e altri fattori mettono in pericolo la nuova specie, portandoci a proporre la sua inclusione nell’ambito di molteplici quadri di specie minacciate. Poiché gli altopiani settentrionali hanno una scarsa copertura di aree protette, commentiamo brevemente il potenziale di questa nuova specie per stimolare la conservazione nella regione”, si legge nello studio.

La tua nuova auto con il noleggio a lungo termine

Libero Annunci

Libero Shopping