Libero
serie tv il signore degli anelli Fonte foto: Amazon Prime Video
TV PLAY

Dieci cose che (forse) ancora non sai sulla serie Gli Anelli del Potere

Ci saranno anche gli hobbit? Quante stagioni sono previste? Sarà adatta ai bambini? Ecco le risposte a queste e molte altre domande

Gli anelli del potere è probabilmente la serie tv più attesa del 2022. Le aspettative sono molto alte, così come la possibilità di deludere i fan storici più appassionati: quando si maneggia una materia come i romanzi e l’universo fantasy creati da J.R.R: Tolkien, d’altronde, bisogna fare attenzione.

Le premesse comunque sembrano buone, stando per lo meno alle informazioni diffuse fino a oggi e alla stampa che ha avuto l’opportunità di vedere in anteprima gli episodi iniziali. La prima stagione di Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere uscirà su Prime Video il 2 settembre 2022, con una nuova puntata disponibile in streaming ogni settimana. La trama, come è noto, è ambientata migliaia di anni prima rispetto agli eventi raccontati nei romanzi di Tolkien e nei film che ne sono stati tratti. Ecco qualche informazione ancora poco nota su questo progetto.

1) Sono previste più stagioni

Che Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del potere sarebbe stata una saga era cosa nota. Ora sappiamo che le stagioni previste sono in tutto cinque.

2) È una delle serie tv più costose di sempre

La previsione di spesa totale, secondo le indiscrezioni, supera il miliardo di dollari: una cifra letteralmente da record.

3) Ci saranno dei personaggi mai visti prima

I personaggi che potremmo considerare principali sono in tutto 22: alcune sono delle vecchie conoscenze ma, stando alle dichiarazioni della stampa che ha visto in anteprima le prime puntate, saranno soprattutto i volti nuovi, la cui storia è ancora tutta da scoprire, ad appassionare gli spettatori.

4) Gli showrunner si sentono… degli hobbit!

"Ci sentivamo due hobbit", hanno dichiarato gli showrunner Patrick McKay e John D. Payne in un’intervista a Vanity Fair, per spiegare che, lavorando alla serie tv, riuscivano a immedesimarsi alla perfezione nel ruolo di "due nani in un mondo di giganti a cui è stata affidata una missione che significa tantissimo per molte persone".

5) Sarà adatta a tutta la famiglia

Ci saranno forse scene intense e spaventose, ma niente sesso né violenza estrema: sarà una serie adatta, indicativamente, dai 10 anni in su.

6) La segretezza sul progetto è totale

Quando sono stati ingaggiati, gli attori non sapevano nemmeno quale ruolo avrebbero interpretato! Ancora adesso la segretezza sul progetto è totale e gli spoiler sono vietatissimi.

7) Si ispira a uno scritto di J.R.R. Tolkien

Non si tratta però di un romanzo, come Il Signore degli Anelli o Lo Hobbit, ma dei testi conosciuti come Appendici: circa 150 pagine che l’autore ha terminato ancora prima di concludere il capitolo finale de Il Signore degli Anelli e che condensano note storiche, linguistiche e culturali sull’universo fantasy dei libri.

8) Poteva essere di HBO o Netflix

Quando i diritti delle Appendici sono stati messi all’asta, nel 2017, anche Netflix e HBO hanno cercato di acquistarli. Alla fine, però, è stato Amazon ad aggiudicarseli per 250 milioni di dollari.

9) È stata resa più attuale

Ovvero, più simile al mondo in cui viviamo. Per questo troviamo per la prima volta una donna a interpretare la principessa dei nani (Sophia Nomvete) e un attore nero nei panni di un elfo (Cruz Cordova).

10) Ci saranno anche gli hobbit

Non era cosa scontata, dato che Tolkien dice chiaramente che il popolo degli hobbit non ha fatto nulla di rilevante prima della Terza Era. Ma, a quanto pare, nella Seconda Era raccontata in Gli Anelli del Potere ci saranno anche loro… o qualcosa di simile.

Abbonati a Prime Video per vedere Il Signore degli Anelli – Gli Anelli del Potere

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963