spotify abbonamento podcast Fonte foto: Shutterstock
APP

Spotify pronta a lanciare un abbonamento a pagamento per i podcast

Spotify starebbe per lanciare un abbonamento dedicato ai suoi utenti più esigenti, che amano i podcast di qualità.

Dopo l’abbonamento alla sua vasta libreria musicale, Spotify sarebbe pronta a lanciare un’ulteriore tipologia di sottoscrizione a pagamento, questa volta completamente dedicata ai podcast. Sebbene non vi siano ancora conferme da parte di fonti ufficiali, tra i vantaggi dedicati agli iscritti al servizio vi sarebbero episodi e interviste in esclusiva.

L’idea di realizzare un nuovo abbonamento solo per l’ascolto di podcast sarebbe piuttosto recente ma già positivamente accolta dagli utenti della piattaforma nata in Svezia, informati e chiamati a dire la loro attraverso un recente sondaggio. Sono già molti gli autori che si affidano a Spotify per diffondere le puntate dei propri podcast, principalmente in forma del tutto gratuita. Attraverso pochi tap è possibile ascoltare gli episodi o scaricarli sul proprio smartphone, in modo da renderli disponibili anche in assenza di connessione. L’esperienza, però, potrebbe diventare ancora più ricca, soprattutto per i più appassionati.

Spotify e podcast, in cosa consiste il nuovo servizio

Secondo quanto rivelato dal giornalista Andrew Wallenstein tramite alcuni screenshot pubblicati in rete, Spotify avrebbe proposto ai suoi utenti quattro differenti tipologie di abbonamento a pagamento. I prezzi, almeno stando a quanto riportato nel sondaggio, variano da 2.99 a 7.99 dollari e sarebbero su base mensile.

A una diversa fascia di prezzo corrispondono, ovviamente, differente tipologie di bonus. Quelli più bassi potrebbero contare principalmente su contenuti extra come le interviste ai protagonisti mentre, gli abbonamenti più costosi, avrebbero la possibilità di ascoltare nuovi episodi realizzati appositamente per questa tipologia di iscritti, il tutto senza pubblicità.

Spotify e podcast, saranno compresi nell’abbonamento musicale?

Il sondaggio, su questo frangente, è stato piuttosto chiaro. Agli utenti è stato infatti sottolineato come il servizio dedicato ai podcast sarebbe completamente scollegato da quello musicale, richiedendo per l’accesso un abbonamento a parte, in alternativa o da aggiungere eventualmente al primo.

Spotify e podcast, l’impegno della piattaforma negli ultimi anni

Di recente, il servizio svedese si è impegnato particolarmente nella realizzazione di podcast di qualità, tanto che nel 2019 ha inserito tra le sue fila Gimlet Media Inc., nota compagnia di produzione di podcast. A questi, si è aggiunta anche Anchor, piattaforma online che aiuta i suoi iscritti a realizzare e distribuire i propri contenuti.

Non ultimo è poi Joe Rogan, la cui partnership con Spotify è stata sigillata con la creazione di podcast in esclusiva. La scelta di ospitare Rogan non è stata però tutta rose e fiori per la piattaforma, visto che i contenuti controversi dei suoi podcast hanno fatto storcere più di qualche naso a causa di ospiti, come il teorico cospirazionista di estrema destra Alex Jones, che potrebbero causare più di un boicottaggio tra i possibili futuri abbonati.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963