Libero
TV PLAY

Stop a DVD e Blu-ray: è la fine di un'epoca

Disney inizia a interrompere la vendita di DVD e Blu-ray dando il via alla fine di un'epoca per concentrarsi sulla distribuzione digitale

stop-vendita-dvd-blu-ray Fonte foto: charnsitr / Shutterstock.com

È davvero l’inizio della fine di un’epoca: Disney interrompe la vendita di DVD e Blu-ray. La decisione, per il momento, riguarda la sola regione dell’Oceania ma rappresenta un primo passo verso una trasformazione definitiva del settore. L’azienda punterà sempre di più sulla distribuzione digitale dei suoi film e, in particolare, sulla piattaforma di streaming Disney+. Una decisione analoga è già stata adottata dalla giapponese Sony Pictures e da altri produttori americani.

Stop alla vendita di DVD e Blu-ray Disney

Con Guardiani della Galassia Vol. 3 si chiude un’era, almeno in Oceania. Disney, infatti, ha confermato l’interruzione della vendita di DVD e Blu-ray per i suoi film nella regione. La decisione riguarda tutti gli studi di produzione dell’azienda, dai Marvel Studios a 20th Century Studios.

Da questo momento in poi, quindi, le nuove produzioni Disney non arriveranno più su supporto fisico ma saranno disponibili esclusivamente online. La scelta di partire dall’Oceania e, in particolare, da Australia e Nuova Zelanda potrebbe essere legata a vendite locali già al minimo sul mercato locale, per le produzioni in DVD e Blu-ray di Disney.

Nel corso delle prossime settimane, in ogni caso, Disney potrebbe iniziare a interrompere le vendite dei suoi film su disco anche in altri mercati, avviando una trasformazione del modello di distribuzione per il mercato dell’Home Entertainment. La strada sembra, quindi, essere segnata.

Anche altre “major” abbandonano DVD e Blu-ray

Disney non è la prima casa produttrice a dire addio a DVD e Blu-ray, anche se solo in alcuni mercati. Il trend è iniziato da tempo e coinvolge diverse aziende del settore. Costi alti e vendite ridotte, infatti, spingono i produttori a investire sulla distribuzione digitale online. Una scelta simile, ad esempio, è stata attuata da Sony Pictures la scorsa primavera.

Lo stop alla distribuzione di DVD e Blu-ray da parte di Sony Pictures riguarda alcuni mercati europei, come Germania, Austria, Svizzera e anche l’Italia. Alcune produzioni Sony, però, continuano ad essere distribuite in Europa su supporto fisico grazie a un accordo con l’azienda tedesca Plaion Pictures.

L’addio ai DVD e ai Blu-ray è già stato avviato, sempre in Europa, da Warner Bros Home Entertainment, che ha stretto un accordo con Universal Pictures per la distribuzione dei contenuti con l’obiettivo di contenere i costi. La vendita di supporti fisici per film e altre produzioni video, quindi, sta diventando sempre di più un costo per le case produttrici.

A poco a poco, infatti, tutto il settore sta intraprendendo la strada per una distribuzione digitale dei contenuti. Per gli appassionati, quindi, diventerà sempre più difficile poter acquistare un nuovo film in DVD o Blu-ray. Nel breve periodo potrebbero salvarsi edizioni da collezione dei titoli di maggior richiamo ma, per il futuro, il focus sarà sempre di più lo streaming e l’accesso ai contenuti digitali on demand via Internet.

TAG: