Libero
Uno strano oggetto cosmico continua a esplodere nello spazio Fonte foto: 123rf
SCIENZA

Uno strano oggetto cosmico continua a esplodere nello spazio

L'entità in questione è chiamata fast radio burst. Gli astronomi hanno osservato un misterioso corpo emettere 1.652 esplosioni di energia in un breve periodo.

Un misterioso oggetto cosmico ha emesso 1.652 esplosioni di energia in un breve periodo di tempo. È quanto è stato osservato dagli astronomi che, però, non riescono ancora a capire cosa abbia causato le ripetute eruzioni. L’entità in questione è chiamata fast radio burst (FRB), un fenomeno enigmatico osservato per la prima volta nel 2007. Gli FRB producono impulsi nella parte radio dello spettro elettromagnetico; questi impulsi durano solo pochi millesimi di secondo ma producono tanta energia quanta ne produce il sole in un anno. I risultati del team di ricercatori sono stati pubblicati sulla rivista Nature.

Cosa sono i fast radio burst

Se alcuni FRB emettono energia solo una volta, è noto che molti altri, incluso un oggetto chiamato FRB 121102, situato in una galassia nana a 3 miliardi di anni luce di distanza, ripetono le loro esplosioni. La maggior parte degli FRB si trova nell’universo a una grande distanza dalla Terra e questo li rende difficili da studiare. Nel 2020, invece, gli studiosi hanno trovato un fast radio burst all’interno della nostra galassia, la Via Lattea, che ha permesso loro di determinare che la fonte era un tipo di stella morta chiamata magnetar.

Le magnetar sono formate da cadaveri stellari ultradensi noti come stelle di neutroni. Mentre tutte le stelle di neutroni hanno forti campi magnetici, alcune si caratterizzano per avere dei valori anomali con campi magnetici particolarmente intensi che possono deformare il loro comportamento, rendendole magnetar. Ancora non è certo, però, che tutti gli FRB siano magnetar e neanche in che modo le magnetar diano origine ai fast radio burst.

La ricerca degli astronomi sul misterioso oggetto cosmico

In ogni caso, la recente ricerca, ha utilizzato il telescopio radio sferico ad apertura di cinquecento metri (FAST) in Cina, per condurre uno studio approfondito proprio su FRB 121102. In realtà, inizialmente il team voleva raccogliere solo dati di routine sul misterioso oggetto cosmico, poi l’osservazione si è fatta più dettagliata. Per osservare l’elemento è stato usato FAST, il radiotelescopio più sensibile al mondo. Bing Zhang, astrofisico dell’Università del Nevada a Las Vegas, ha spiegato che i ricercatori hanno visto esplodere l’FRB 121102 per 1.652 volte fino a 117 volte all’ora, molto più di qualsiasi FRB precedentemente conosciuto.

Posto che FRB 121102 sia una magnetar, i dati raccolti da Zhang e dai suoi colleghi suggeriscono che le rapide esplosioni stiano avvenendo proprio sulla superficie della stella stessa, e non nel gas circostante. I campi magnetici estremi di magnetar, trilioni di volte più forti di quelli terrestri, a volte possono subire episodi violenti che emettono esplosioni di energia dal materiale che circonda una stella. FRB 121102, però, ha avuto esplosioni che si sono verificate in rapida successione, solo poche migliaia di secondi l’una dopo l’altra. Secondo Zhang, ciò significa che non possono provenire dal gas circostante perché normalmente, dopo aver emesso onde radio, tale materiale sotto shock avrebbe bisogno di tempo per raffreddarsi prima di rilasciare un’altra esplosione. Grazie all’incredibile sensibilità del radiotelescopio FAST, il team è stato in grado di catturare questa particolarità di FRB 121102 che apre nuovi campi d’indagine, ancora da analizzare, sulle caratteristiche dei fast radio burst.

Intanto, recentemente è stato risolto il mistero sullo strano segnale radio captato nel 2019, mentre gli astronomi hanno individuato un altro misterioso segnale dal centro della galassia che potrebbe essere emesso da una stella di neutroni oscura.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963