APP

Dove va chi scappa da WhatsApp

La nuova policy privacy annunciata da WhatsApp sembra aver attivato una fuga verso Telegram, che raccoglie 25 nuovi milioni di utenti in 3 giorni

Telegram diventa il rifugio degli utenti in fuga da WhatsApp e dalla sua nuova informativa sulla privacy. In appena 3 giorni ha registrato un’impennata di 25 milioni di nuovi utenti, superando così i 500 milioni di utenti attivi in tutto il mondo e ha ringraziato la scelta con un messaggio di benvenuto per tutti.

Da sempre eterna rivale di WhatsApp, stavolta proprio l’app di Facebook sembra aver spinto tanti utenti a scaricare Telegram. Il motivo è nella nuova policy privacy che dal prossimo 8 febbraio condividerà più dati degli utenti con Facebook, un aggiornamento dei termini di servizio che non tutti hanno gradito. La nuova modalità di condivisione dei dati di WhatsApp, però, non riguarderà i cittadini dell’Unione Europea, la cui privacy è protetta dal GDPR in vigore. Nonostante gli utenti europei non siano coinvolti, in molti hanno comunque scaricato Telegram, scegliendolo come sostituto della chat di proprietà di Mark Zuckerberg.

Telegram recupera 25 milioni di utenti in 3 giorni

In appena 72 ore Telegram ha registrato altri 25 milioni di utenti. Questo il traguardo festeggiato anche da Pavel Durov, il suo fondatore, che si guarda bene dal nominare WhatsApp o collegare il suo nuovo successo alla fuga degli utenti dall’app rivale di Mark Zuckerberg.

Dietro alla grande fuga da WhatsApp, inutile negarlo, ci sono i timori per la nuova policy privacy che entrerà in vigore dal prossimo 8 febbraio, che prevede nuove condizioni e modalità di condivisione dei dati degli utenti con Facebook, il social network che ha acquistato l’app di messaggistica diversi anni fa.

Per questo motivo Telegram, secondo il suo fondatore, è diventato il "più grande rifugio" per tutti quegli utenti che cercano una piattaforma di comunicazione che sia privata e sicura, e che non chieda in cambio dati sensibili o minacci la propria privacy. Una delle caratteristiche che hanno reso celebre Telegram, infatti, è il rifiuto dei fondatori di collaborare con qualsiasi autorità e di consegnare le chiavi di cifratura dei messaggi, tanto da essere malvista da alcuni governi.

Telegram, il messaggio ai suoi utenti

Gli utenti di Telegram in questi giorni stanno ricevendo un messaggio che festeggia il nuovo record di 500 milioni di utenti attivi e offre spunti su tutte le funzioni che l’app mette loro a disposizioni. Per chi utilizza la chat, nel canale Telegram che invia le Notifiche di Servizio, sarà possibile leggere questo messaggio: “Telegram ha superato i 500 milioni di utenti attivi. Solamente nelle ultime 72 ore, più di 25 milioni di nuovi utenti da tutto il mondo si sono uniti a Telegram. Grazie! Questi traguardi sono diventati possibili per merito di utenti come te che hanno invitato i loro amici su Telegram. Se hai dei contatti che si sono uniti negli ultimi giorni, puoi dargli il benvenuto usando una delle funzioni uniche di Telegram, come gli sticker animati o i videomessaggi. Per scoprire di più sulle funzioni di Telegram, dai un’occhiata a https://t.me/TelegramTips“.

La migrazione da WhatsApp a Telegram continua e non riguarda solo gli utenti extraeuropei. Nonostante in Europa la presenza del GDPR annulli gli effetti della nuova privacy policy, sempre più persone preferiscono la chat di Durov a quella di Zuckerberg, e i nuovi numeri registrati in questi giorni ne sono la prova.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963