persona che utilizza whatsapp Fonte foto: mirtmirt / Shutterstock.com
TECH NEWS

WhatsApp, attenzione alla bufala sul nuovo codice della strada

Su WhatsApp sta girando un messaggio che avvisa le persone che da martedì 21 agosto entrerà in vigore il nuovo codice della strada, ma si tratta di una bufala

18 Agosto 2018 - Nonostante gli sforzi di WhatsApp per bloccare le catene di Sant’Antonio, in queste ultime ore una nuova bufala si sta diffondendo a macchia d’olio sull’applicazione di messaggistica istantanea. A segnalarla è il sito bufale.net, portale dedicato esclusivamente alla segnalazione di notizie false che diventano virali su WhatsApp o sui social network.

Il messaggio che viene inviato di gruppo in gruppo prende di mira il codice della strada. Negli ultimi giorni si è acceso il dibattito sull’utilizzo degli smartphone mentre si guida e il Governo vorrebbe introdurre delle norme molto più severe. Qualcuno ha pensato bene di sfruttare l’occasione, per far diventare virale un messaggio nel quale si avverte che le nuove regole sul codice della strada che puniscono coloro che utilizzano uno smartphone alla guida, entreranno in vigore da martedì 21 agosto 2018. Nulla di più falso: il Governo ha solamente annunciato che le norme saranno più severe, ma per ora non è stata approvata nessuna legge. Se ne riparlerà a settembre quando i parlamentari torneranno dalle ferie.

Bufala WhatsApp: il messaggio sul nuovo codice della strada

Il messaggio che viene inviato è molto chiaro e semplice nel linguaggio. Si avvertono le persone che il nuovo codice della strada entrerà in vigore da martedì 21 agosto e che sono previste multe fino a 680 euro per coloro che utilizzano lo smartphone mentre si è alla guida.  Alla fine non può mancare l’esortazione a condividere con i propri amici e all’interno dei gruppi.

“Facciamo attenzione. A partire da martedì prossimo entrerà in vigore il nuovo codice della strada. Oggi è stato approvato l’articolo più pesante, ed è giusto così: chiunque verrà sorpreso alla guida del veicolo, anche se è fermo ai semafori o agli stop, con il cellulare o altri apparecchi la sanzione è la seguente: ritiro immediato della patente e una multa da 180 €uro fino a 680 €uro. Quindi stiamo tutti molto attenti, organizziamoci con i viva voce e se indossiamo gli auricolari ricordiamoci che un orecchio deve restare libero. Fai girare a manetta!”.

Come detto, il messaggio è una bufala: per ora l’inasprimento delle norme per coloro che utilizzano un telefono in auto è solamente una proposta del Ministro dei Trasporti e se ne riparlerà a settembre alla riapertura delle Camere.

Il messaggio è pericoloso per gli smartphone?

No, non si tratta di un messaggio-truffa che vuole installare un virus sul vostro smartphone, ma solamente di una fake news. Oltre alla distorsione della realtà, non c’è nessun pericolo di virus per i nostri telefonini.