Libero
APP

WhatsApp: in arrivo un bel regalo

Da anni gli utenti di WhatsApp usano escamotage per "mandarsi qualcosa", per prendere appunti o salvare link importanti ma, a breve, non si sarà più bisogno di farlo

WhatsApp, lo sanno tutti, è l’app più usata al mondo per comunicare: la piattaforma ha circa 2,3 miliardi di utenti, che ogni giorno si scambiano messaggi, video, foto, file e allegati, si mandano messaggi vocali, fanno chiamate e videochiamate. Il tutto "1 a 1" o in gruppi, che ora possono arrivare addirittura a 1.024 utenti.

Ma c’è anche un altro tipo di utilizzo di WhatsApp, non previsto ufficialmente ma che una enorme quantità di utenti fanno da anni: WhatsApp può essere usata anche come blocco note, per inviarsi dei file tra un dispositivo e l’altro, per "salvare" un link ad una pagina Web. Non è una funzione ufficiale ma lo fanno tutti, WhatsApp lo sa e lo tollera senza problemi. Tanto che, a breve, potrebbe farla diventare una funzione ufficiale dell’app.

WhatsApp: l’auto-gruppo con sé stessi

Il trucco fin qui usato da tutti per trasformare WhatsApp in ciò che in teoria non sarebbe è quello di creare un gruppo con un solo membro: noi. In pratica basta fare un "auto-gruppo": un gruppo con due partecipanti, noi e un secondo membro (che potrebbe essere anche un altro numero WhatsApp nostro) e poi eliminare l’altro partecipante, restando "soli" nel gruppo.

In questo modo, quando vorremo mandare qualcosa a noi stessi, basterà mandarlo a quel gruppo dove, appunto, ormai ci siamo solo noi stessi. Una variante di questo trucco è quella che ci permette di fare la stessa cosa quando abbiamo più telefoni, con più numeri e profili WhatsApp: basta mettere tutti i numeri nel gruppo, non serve neanche un estraneo da far sparire dopo.

WhatsApp: regalo in arrivo per gli utenti

Alzi la mano chi non ha mai fatto quanto appena descritto, o non lo ha visto fare ad un amico o un parente: è talmente comodo e semplice che lo fanno tutti, WhatsApp lo sa benissimo e chiaramente non ha alcun motivo per impedirlo. Al contrario: WhatsApp sta per regalare questa funzione (stavolta ufficiale e non tramite un "trucchetto") a tutti i suoi utenti.

Ne è convinto il famoso blog WABetaInfo, specializzato nelle novità presenti (a volte nascoste) nelle app beta di WhatsApp per Android e iOS. Nella beta per Android 2.22.24.2, infatti, WABetaInfo ha trovato un segno chiarissimo della novità.

Quando l’utente prova a condividere qualcosa su WhatsApp adesso compare un contatto in più: "Me (Tu)". Ciò vuol dire che potremo mandare al nostro stesso numero telefonico un messaggio WhatsApp, esattamente come facciamo ora con il finto gruppo. Una sorta di "auto-condivisione" che ci libera dalla necessità di fare l'"auto-gruppo".

WhatsApp: quando arriva l’auto-condivisione

La possibilità di condividere qualcosa con sé stessi è stata scovata da WABetaInfo in un’app beta di WhatsApp, non in quella ufficiale per tutti. Come sempre, quando parliamo di funzioni in beta, dobbiamo precisare che non è detto che arrivino veramente, o che arrivino a breve.

Sul fatto che possa, o non possa, arrivare, però, ci sentiamo abbastanza sicuri nell’ipotizzare che l’auto-condivisione su WhatsApp, prima o poi, arriverà. D’altronde c’è sempre stata, sotto altra forma, e WhatsApp non ha mai fatto nulla per impedirla.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963