Libero
SICUREZZA INFORMATICA

WhatsApp avverte: queste app sono pericolose

Will Cathcart, il capo di WhatsApp, lancia di nuovo l'allarme: le app di WhatsApp "moddate" sono una truffa per rubare i dati personali agli utenti: disinstallatele

Sono oltre 2 miliardi, nel mondo, gli utenti di WhatsApp ma non tutti usano WhatsApp: alcuni di loro, infatti, pur avendo un profilo WhatsApp lo usano tramite app alternative a quella ufficiale, cioè quella sviluppata da Meta. E questo, secondo Meta, non va bene ed è pericoloso.

Per la precisione, secondo Will Cathcart, che è l’uomo a capo di WhatsApp all’interno di Meta e, in un certo senso, è anche quello che è deputato a mandare messaggi all’esterno, agli utenti e non solo. Cathcart, per questo, ha usato il suo seguitissimo profilo Twitter per lanciare un "reminder" a tutti: evitate di usare le app non ufficiali di WhatsApp, perché possono essere pericolose. Anzi, lo sono: secondo il dirigente alcune di esse sono delle vere e proprie "truffe" anche se sembrano inoffensive. Sembrano, ma non lo sono affatto e per questo WhatsApp le ha anche segnalate a Google affinché le rimuova dal Play Store.

WhatsApp: le app alternative

Cathcart ha citato direttamente una sola app in particolare, HeyWhatsApp, ma negli anni di applicazioni alternative a WhatsApp ne abbiamo viste decine. Le più famose sono:

  • GBWhatsApp
  • WhatsApp Plus
  • YoWhatsApp
  • WhatsApp Aero
  • Fouad WhatsApp
  • OGWhatsApp
  • Soula WhatsApp
  • FMWhatsApp
  • WhatsApp Mix

Tutte queste app offrono qualcosa in più rispetto a WhatsApp, ad esempio la possibilità di usare due profili WhatsApp su un telefono solo, oppure un’interfaccia diversa, o la possibilità di nascondere lo stato online, o di scaricare i video dagli stati di qualcuno e così via. Ogni app offre qualcosa a qualcuno che sta cercando quella funzione in più.

Alcune di queste app, come  Cathcart afferma che nessuno dovrebbe usare app alternative a WhatsApp o app "moddate", al fine di tutelare la propria sicurezza e privacy. Già in passato WhatsApp ha "bannato" queste app, impedendo ai profili che le usano di inviare e ricevere messaggi, e puntualmente le app sono state riscritte per evitare il ban.

App alternative: perché sono pericolose

Cathcart, nel suo tweet, è stato molto chiaro: "Ricordo a tutti gli utenti di WhatsApp che scaricare una versione fake o modificata di WhatsApp non è mai una buona idea. Sembrano innocue, ma possono scavalcare le garanzie di sicurezza e privacy di WhatsApp".

Il dirigente di WhatsApp, poi, ci va giù durissimo e non esita a definire alcune di queste app "una truffa per rubare dati personali archiviati nei telefoni delle persone".

HeyWhatsApp e le altre

Cathcart cita direttamente una sola app e un solo sviluppatore: l’app è HeyWhatsApp e lo sviluppatore è HeyMods. Quest’ultimo ha realizzato anche altre app moddate (GBWhatsApp, WhatsApp Plus, YoWhatsApp, Fouad WhatsApp, FMWhatsApp, WhatsApp Aero) e le ha pubblicate sul Play Store di Google e su store alternativi.

"Abbiamo condiviso ciò che abbiamo scoperto con Google e lavorato con loro per combattere le app pericolose. Google Play Protect su Android ora può trovare e disabilitare le versioni fake e pericolose di WhatsApp precedentemente installate". Se in passato avete installato e usato HeyWhatsApp o altre app simili e adesso non vi funzionano più, quindi, è perché Google le ha disattivate su segnalazione di WhatsApp.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963