Libero
APP

WhatsApp lavora ai canali vocali: cosa sono

WhatsApp ha avviato i test in beta dei canali vocali, una nuova funzione dell'app che potrebbe affiancare le chiamate vocali

whatsapp chiamate vocali Fonte foto: BigTunaOnline / Shutterstock.com

Lo sviluppo di WhatsApp non si ferma e il prossimo passo sarà l’arrivo dei canali vocali. Si tratta di una nuova funzione che affiancherà le chiamate vocali per rendere l’applicazione di messaggistica sempre più completa e in grado di rafforzare il suo ruolo di riferimento per la comunicazione tra le persone. I canali vocali di WhatsApp sono, attualmente, in beta ma arriveranno a breve anche per la versione stabile dell’app.

Come funzionano i canali vocali di WhatsApp

I canali vocali (chiamati “Voice chat” nella versione inglese dell’app) sono una funzione aggiuntiva che va ad arricchire l’app di WhatsApp. A differenza delle chiamate di gruppo, con i canali vocali, il telefono non squilla all’avvio ma l’utente riceve solo una notifica silenziosa.

Per accedere alla chat vocale è necessario entrare nel gruppo dove è stato avviato il canale vocale e premere sull’icona Connect che sarà visualizzata nella parte alta dell’applicazione. In questo modo è possibile entrare e uscire dalla “stanza” virtuale dove si sta svolgendo la chiamata di gruppo.

Una volta che tutti gli utenti saranno usciti dalla conversazione, il canale vocale resterà attivo per 60 minuti, permettendo ai vari componenti del gruppo di poter riprendere la discussione in un secondo momento. Successivamente, il canale si chiuderà in automatico con la possibilità di essere riaperto solo avviando una nuova chat vocale. Non ci sono limiti di durata per le conversazioni.

I canali vocali di WhatsApp possono beneficiare della protezione della crittografia end to end che rende accessibile l’audio del canale solo agli utenti del gruppo. Questa funzione andrà ad affiancarsi alle chiamate e alle videochiamate di gruppo, senza sostituirle, rappresentando un’opzione in più per le comunicazioni via WhatsApp.

Tra i servizi di messaggistica e i social network, i canali vocali non sono certo una novità. Un paio d’anni fa, il social Clubhouse registrò un grande successo con le sue “stanze” dove conversare con altre persone. Diverse altre app, da Telegram a Discord, propongono soluzioni analoghe. Nessun servizio, però, ha la base di utenti di WhatsApp che, a breve, metterà a disposizione i canali vocali ai suoi oltre 2 miliardi di utenti attivi.

I canali vocali sono in fase in beta

WhatsApp ha introdotto i canali vocali nella beta dell’app per Android (versione 2.23.16.19). La conferma in merito allo sviluppo di questa nuova funzione è arrivato dal blog specializzato Wabetainfo. Attualmente, solo alcuni tester hanno la possibilità di utilizzare i canali vocali.

Al termine dello sviluppo, però, la funzione potrebbe essere rilasciata, progressivamente, su tutte le versioni dell’app di WhatsApp, arricchendo gli strumenti a disposizione degli utenti, in particolare per i gruppi. Ma come tutte le funzioni sperimentate da WhatsApp (e non solo da WhatsApp) sul suo canale beta, è anche possibile che alla fine non venga realmente portata sulle app ufficiali.

TAG: