Libero
xiaomi mi mix fold Fonte foto: Xiaomi
ANDROID

Xiaomi brevetta un nuovo smartphone pieghevole: sembra un Samsung

Xiaomi procede con lo sviluppo di nuove idee per gli smartphone pieghevoli ma, a ben guardare, non si tratta di idee del tutto originali: come sarà il prossimo modello della casa cinese.

Giuseppe Croce Giornalista

Peppe Croce, giornalista dal 2008, si occupa di device elettronici e nuove tecnologie applicate al mondo automotive. È entrato in Libero Tecnologia nel 2018.

Gli smartphone pieghevoli sono l’ultima evoluzione in fatto di design dei telefoni cellulari ma, in fin dei conti, pur essendo rivoluzionari non permettono agli ingegneri di fare miracoli: o hanno una cerniera verticale, oppure ce l’hanno orizzontale. Xiaomi, che ha già lanciato in Cina il suo smartphone pieghevole con cerniera verticale (lo Xiaomi Mi Mix Fold), adesso sta lavorando ad un modello con cerniera orizzontale.

Lo si deduce da un brevetto internazionale depositato presso la WIPO (World Intellectual Property Organisation), che ha un design ormai ben noto: è praticamente identico al Samsung Galaxy Z Flip e al Motorola Razr 5G. In pratica si tratta di un foldable di tipo clamshell, cioè a “conchiglia" (il Mi Mix Fold è invece a “farfalla“, o a “libretto“). La cosa realmente interessante, però, è che questo brevetto è la conferma che Xiaomi ha seriamente intenzione di puntare sui telefoni pieghevoli, con una gamma di più modelli, e che il Mi Mix Fold non resterà un esperimento ma avrà dei successori. Quando, naturalmente, non è dato saperlo.

Nuovo Xiaomi pieghevole: il brevetto

Dai disegni allegati al brevetto si possono carpire alcuni dettagli su come potrebbe essere un futuro Xiaomi pieghevole a conchiglia. La forma è abbastanza scontata: uno schermo rettangolare che si piega a metà con una cerniera posta orizzontalmente, al centro, e si può richiudere completamente.

Fin qui nulla di nuovo, quindi. Come non sono nuovi i possibili utilizzi di questo dispositivo, anch’essi documentati dai disegni del brevetto: tutto aperto, tutto chiuso o aperto a 90 gradi in modo da trasformarsi in un device che può essere appoggiato su un piano, magari per usare uno dei due schermi come tastiera virtuale (una sorta di mini laptop).

Nuovo Xiaomi pieghevole: le fotocamere

Più interessante, in questo brevetto, sembra invece il comparto fotocamere. Dai disegni si vede infatti sia un piccolo notch a foro rettangolare sul display, per ospitare la selfie camera, sia due grandi obiettivi posteriori affiancati in orizzontale, sotto i quali sembra esserci un grande flash LED.

In più, ed è questa la novità, nel bumper delle fotocamere posteriori c’è un altro elemento rettangolare che potrebbe essere un piccolo schermo simile a quello visto sul Mi 11 Ultra: forse servirà per mostrare le notifiche, oppure farà da piccolo schermo per le inquadrature per usare le fotocamere posteriori per i selfie.

Terza ipotesi, parzialmente giustificata dal fatto che il bumper è parecchio esteso, è che dietro quel rettangolo si celi un obiettivo telescopico zoom dalla lunga focale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963