xiaomi mi 11 ultra Fonte foto: Xiaomi
ANDROID

Xiaomi Mi 11 Ultra è il nuovo top di gamma Android da battere

Xiaomi Mi 11 Ultra è finalmente arrivato e non delude né per scheda tecnica né per prezzo: alto, ma non quanto i concorrenti.

Era atteso da settimane ed è stato preceduto da dozzine di indiscrezioni e leak provenienti da mezzo mondo, ma ora è arrivato: Xiaomi Mi 11 Ultra è stato presentato oggi dal brand cinese e ha tutte le carte in regola per competere con i top di gamma premium 2021. Compreso il Samsung Galaxy S21 Ultra.

Questo smartphone racchiude l’essenza stessa del nuovo concetto di “top di gamma premium“, perché aggiunge al Mi 11 standard, che di fatto è già un top di gamma grazie al processore Qualcomm Snapdragon 888, alcune caratteristiche tecniche superiori come un miglior raffreddamento, un comparto fotocamere evoluto, la certificazione IP68 (è il primo Xiaomi ad averla) e uno schermo grande, luminoso e ad altissima risoluzione e refresh. Il tutto ad un prezzo caro, ma non carissimo: in Europa Xiaomi Mi 11 Ultra verrà venduto a 1.199 euro per la versione con 12/256 GB di memoria, contro i 1.329 euro del Galaxy S21 Ultra di pari dotazione.

Xiaomi Mi 11 Ultra: caratteristiche tecniche

Xiaomi Mi 11 Ultra è uno smartphone grande e pesante: 164.3mm x 74.6mm x 8.38mm per un peso di 234 grammi. Lo schermo, prodotto da Samsung con tecnologia AMOLED, è da 6,81 pollici ed è curvo su tutti i lati. Ha una risoluzione di 3200×1440 pixel (515 punti pixel per pollice), un rapporto di forma di 20:9 e un refresh adattivo che raggiunge i 120 Hz. Lo schermo è anche molto luminoso: arriva ad un massimo di 1700 nit. E’ certificato Dolby Vision e HDR10+, grazie anche ad una profondità di colore di 10 bit (come i recenti modelli di OPPO).

Gli schermi, però, sono due: a quello frontale se ne aggiunge uno “mini" che affianca le fotocamere posteriori. E’ grande 1,1 pollici e ha una risoluzione di 126×294 pixel. Serve principalmente come specchio per i selfie, ma è anche un “always on display" che può mostrare informazioni quando lo schermo principale è spento.

Sotto la scocca batte il già noto Qualcomm Snapdragon 888 con frequenza massima di 2,84 GHz e processo produttivo a 5 nm. Rispetto al Mi 11 normale, però, sull’ultra c’è un nuovo dissipatore a tre stadi che raffredda meglio l’elettronica e permette di mantenere più a lungo le prestazioni massime.

Xiaomi Mi 11 Ultra è alimentato da una batteria da 5.000 mAh con una nuova chimica all’ossido di silicio, che si ricarica a 67 Watt. C’è anche la ricarica wireless, anche inversa a 10 Watt.

Xiaomi Mi 11 Ultra: le fotocamere

La scocca posteriore di Xiaomi Mi 11 Ultra è letteralmente dominata da un enorme modulo che ingloba il già citato secondo schermo e tre sensori fotografici che promettono molto bene.

Il principale è il nuovo Samsung Isocell GN2 da 50 MP, dotato di pixel molto grandi per catturare più luce e fare foto più definite. La lente di questo sensore ha una apertura di f/1.95 e un angolo di visione di 85 gradi.

Il secondo sensore è un Sony IMX586 da 48 MP con lente ultrawide da 128 gradi, F/2.2. Il terzo sensore è sempre il Sony IMX586 da 48 MP, ma stavolta è abbinato anche ad una lente periscopica 5X (10X ibrido). Per la messa a fuoco c’è un sensore laser a 64 zone.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963