xiaomi mi 11 Fonte foto: Xiaomi
ANDROID

Xiaomi Mi 12 arriva a dicembre con il chip più potente

Non mancherebbe tanto alla presentazione di Xiaomi Mi 12, top di gamma cinese che potrebbe accompagnare al debutto lo Snapdragon 898 di Qualcomm.

Alcuni, soprattutto chi con lo smartphone svolge operazioni mediamente impegnative per l’hardware, hanno imputato scarsa efficienza allo Snapdragon 888 di Qualcomm, il chip top di gamma per il 2021: è certamente potente, ma si dice che scaldi, scaldi parecchio soprattutto d’estate, dove in molte zone d’Italia il meteo non aiuta l’uomo e nemmeno la tecnologia.

Le aspettative degli appassionati sono dunque focalizzate verso il successore, lo Snapdragon 898 che si ritiene verrà presentato entro fine anno proprio come avvenuto nel 2020 con lo Snapdragon 888, e sempre entro fine anno è probabile che venga annunciato anche il primo smartphone ad impiegare il nuovo portabandiera di Qualcomm. Ci sono buone possibilità che questo sia lo Xiaomi Mi 12. Lo suggeriscono le indiscrezioni più recenti, che hanno pure fissato il possibile periodo di presentazione: metà dicembre. Poi Xiaomi Mi 12 non sarebbe disponibile prima di gennaio, come peraltro avvenuto con Mi 11, ma per le aziende è un segnale importante quello di annunciare prima di altre un prodotto con un chip tradizionalmente molto atteso come il top di gamma Qualcomm.

Xiaomi Mi 12, il primo con Snapdragon 898

L’indiscrezione sul primo prodotto con il prossimo Snapdragon arriva dal noto informatore cinese Digital Chat Station, secondo cui sarà con ogni probabilità uno Xiaomi destinato ad esordire a metà dicembre. Il leaker non ha fatto il nome di Xiaomi Mi 12, ma leggere tra le righe in questo caso è semplice.

Nel 2020, infatti, il copione è stato il medesimo. Qualcomm ufficializza lo Snapdragon 888 e da Pechino presentano, il 28 dicembre, lo Xiaomi Mi 11. Del resto quale altro smartphone top di gamma potrebbe presentare Xiaomi? Archiviata la pratica Xiaomi Mi Mix 4, presentato nei giorni scorsi, non ci sono altri smartphone di fascia alta in attesa di essere ufficializzati, al netto di eventuali sorprese.

Per cui è semplice giungere alla conclusione che, se Digital Chat Station avesse ragione, lo smartphone in questione sarebbe Xiaomi Mi 12, su cui qualche informazione è già arrivata.

Mi 12 con display a basso consumo e ricarica rapida

Tra le novità più importanti sembra possa riguardare il display, che rimarrà OLED ma sarà di tipo LTPO, tecnologia che consente di risparmiare buone “quote" di energia (accrescendo di conseguenza l’autonomia) a parità di resa del pannello.

Attesa anche la frequenza di aggiornamento variabile fino a 120 Hz, che consente di tagliare fino a 1 Hz la frequenza quando non è necessario che lo schermo si aggiorni con maggiore rapidità, come sulle schermate fisse, consumando molto poco, e di spingersi fino a 120 Hz (o frequenze intermedie) nel momento in cui dovesse essere necessario avere il massimo della fluidità, come ad esempio aprendo uno sparatutto o un gioco dall’azione frenetica.

Le restanti indiscrezioni riguardano la ricarica della batteria. Qualcuno dice che la ricarica wireless potrebbe raggiungere i 100 watt, ma altri fanno riflettere sul fatto che le nuove normative in Cina in fatto di sicurezza obbligano i produttori a non andare oltre i 50 watt. Così Xiaomi Mi 11 potrebbe rispettare il limite e “compensare" con la ricarica rapida cablata a 120 watt.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963