youtube-makeup Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

YouTube, arriva il filtro per provare il make-up

YouTube introduce una nuova funzione per provare virtualmente il make-up prima dell’acquisto. Ecco come funziona il filtro AR Beauty Try

19 Giugno 2019 - I tutorial di make-up sono tra i contenuti più riusciti e diffusi su YouTube, e sono tante le donne e gli uomini che proprio grazie a questo canale mostrano quotidianamente come truccarsi in occasione di una festa, un colloquio di lavoro, una cena romantica oppure provano in diretta cosmetici di ogni tipo.

La piattaforma di streaming video vuole sfruttare questa tendenza e qualche giorno fa ha presentato il nuovo filtro per provare il make-up. Si tratta di una funzionalità che sfrutta la realtà aumentata e consente di provare il trucco virtualmente direttamente dall’app YouTube. Si chiama AR Beauty Try-On ed è progettata per essere usata anche con la condivisione dello schermo in modo che il pubblico possa essere ancora più coinvolto durante la trasmissione del filmato. La piattaforma si prepara a rivoluzionare il settore? Sicuramente la nuova funzione influenzerà le scelte d’acquisto di molte utenti.

AR Beauty Try-On: come funziona il filtro make-up di YouTube

Si chiama AR Beauty Try On la nuova funzione di YouTube che permette di provare sulla propria pelle, e in modo virtuale, i trucchi che vengono mostrati in un tutorial di make-up postato sulla piattaforma online. Tutto ciò funziona grazie alla condivisione dello schermo dove, nella parte superiore appare chi fa il video, nella parte inferiore la persona che lo guarda e vuole provare il prodotto e applicarlo, seppur virtualmente, sulla propria pelle e vedere l’effetto finale prima di acquistarlo.

Grazie alla telecamera anteriore, chi guarda il video può provare il filtro make-up, applicando al proprio viso rossetti, ombretti e altri prodotti di bellezza. Questa funzione è ancora in fase di test, e viene proposta ai creativi di YouTube che aderiscono al programma FameBit. Grazie a questa partnership, i marchi che aderiscono al programma possono fare delle sponsorizzazioni a pagamento per far provare virtualmente al pubblico i propri cosmetici. YouTube afferma di aver già fatto provare AR Beauty Try-On a diversi marchi di bellezza e aver rilevato che il 30% degli spettatori ha scelto di attivare l’esperienza nell’app per iOS. Coloro che l’hanno provata, sono rimasti all’interno del filtro per circa 80 secondi, provando diversi colori di rossetto e altro make-up.

MAC Cosmetics: come ha sfruttato il filtro make-up di YouTube?

Anche se il filtro è in fase di test, MAC Cosmetics ha già sperimentato una campagna pubblicitaria utilizzando il filtro bellezza di YouTube. Il filmato utilizza proprio Beauty Try-On: nella parte superiore una YouTuber presentava i rossetti MAC, mentre nella parte inferiore del video, il pubblico poteva attivare il filtro e provare i diversi colori sulle labbra, man mano che venivano presentati.

YouTube non è il primo a sfruttare la realtà aumentata per creare campagne pubblicitarie che puntano sulle esperienze virtuali. Rimanendo nel settore make-up, anche Sephora ha proposto una tecnologia simile, che si chiama Sephora’s Virtual Artist. L’Oréal invece offre i cosiddetti Live Try-On sul suo sito web, e ha collaborato con Facebook per creare delle campagne social interattive che coinvolgessero le fan e facessero provare loro prodotti di ogni tipo.

Insomma, il settore della cosmetica sta sfruttando questo importante aspetto della Realtà Aumentata traendo diversi vantaggi. Forse queste nuove tecnologie non prenderanno il posto dei classici prodotti tester che si trovano nei negozi fisici, ma sicuramente offrono un’opportunità in più alle aziende per incrementare le vendite.

Contenuti sponsorizzati