odg-r8 Fonte foto: ODG
SMART EVOLUTION

ODG R8 e R9, gli smartglass con Android Nougat 7 e Snapdragon 835

Realizzati da ODG, sono i primi dispositivi AR a montare l’ultimo e potente processore di Qualcomm. Costosi, sbarcheranno sul mercato entro giugno 2017

Al CES 2017 di Las Vegas si è parlato soprattutto di realtà virtuale e di realtà aumentata. Asus, ad esempio, ha presentato lo Zenfone AR, uno smartphone compatibile sia con la piattaforma AR Tango e sia con il visore VR Daydream, due tecnologie su cui Google sembra puntare tantissimo per il futuro.

Sul palcoscenico del Consumer Electronics Show è salita anche Osterhout Design Group, un’azienda californiana che ha sfruttato la visibilità dell’evento internazionale per lanciare due visori per la mixed-reality. I dispositivi realizzati da ODG hanno una caratteristica unica: sono i primi smartglass a montare l’ultimo e potente processore di Qualcomm, lo Snapdragon 835. Per dare qualche dato, si tratta di un chip minuscolo che è in grado di aumentare sensibilmente le prestazioni generali dei device e di ridurre del 40% i consumi della batteria. Inoltre, integrandosi con la tecnologia Quick Charge 4, dimezza anche i tempi di ricarica.

Specifiche tecniche degli smartglass ODG

Non è un caso dunque che la maggior parte delle aziende hi-tech decidano di far girare i loro nuovi device con il SoC di Qualcomm. Tornando ai visori di ODG, andiamo ora a dare uno sguardo più da vicino alle caratteristiche tecniche. Successori dei VR R7, gli ODG R8 e R9 sono dei visori che integrano sia la realtà virtuale e sia quella aumentata. I dispositivi hanno delle specifiche interne differenti: l’R9 complessivamente è un visore migliore, rispetto al R8. Ha una risoluzione di 1080p, mentre l’R8 si ferma a 720p, e un campo di visione di 50 gradi contro i 40° dei wearable meno costosi. Le lenti OLED che compongono i due visori MR sono inoltre intercambiabili.

(tratto da YouTube)

Il visore R9, modulare e con una fotocamera migliore

Un’altra differenza tecnica tra di due visori riguarda la fotocamera. L’R9 ha un sensore da 13 megapixel che gli permette di registrare anche video in 4K. L’altro visore invece ha due fotocamere frontali stereo da 1080p. L’R8 si distingue anche per le dimensioni, decisamente più ridotte, e per il peso inferiore. Ma l’elemento più importante che contraddistingue il visore R9 è l’extension port che consente di personalizzare e migliorare le caratteristiche di questo paio di occhiali MR. Si possono, ad esempio, aggiungere dei sensori UV, dei sensori per la visione notturna e altro ancora.

Motion-tracking avanzato

Continuando con le specifiche interne, entrambi i visori includono la connettività Bluetooth 5.0, e Wi-Fi, supportano il GPS e Glonass (il sistema di tracciamento satellitare russo). Montano tutti e due un sistema duale di microfoni e includono una porta USB di tipo C. Per quanto riguarda il sistema operativo, le lenti smart girano con l’ultimo OS di Google, Android Nougat 7.0. I due nuovi occhiali di ODG integrano un sistema di motion-tracking avanzato, grazie soprattutto al processore Snapdragon 835.

Vista laterale dei visori a realtà mista ODGFonte foto: ODG
Vista laterale dei visori a realtà mista ODG

Prezzo e data di uscita ODG R8 e ODG R9

Come anticipato, rispetto al visore R7 i due nuovi dispositivi hanno un prezzo migliore, ma non basso. L’R8 infatti dovrebbe costare attorno ai 1000 dollari, mentre l’R9 quasi sicuramente sarà messo in vendita a 1799 $. Gli occhiali intelligenti di ODG dovrebbero arrivare sul mercato entro la fine del secondo trimestre 2017.

Ti raccomandiamo