6-rischi-pc Fonte foto: Shutterstock
SICUREZZA INFORMATICA

6 modi in cui metti a rischio il tuo computer

Ogni giorno compiamo delle piccole azioni che rischiano di mettere a repentaglio la sicurezza e le prestazioni del PC, ecco gli errori da non commettere

3 Ottobre 2017 - La sicurezza informatica al giorno d’oggi è tutto. Sentiamo spesso parlare dei passi in avanti fatti dai virus e dalle truffe dei cyber criminali. Alle volte però cadiamo nella trappola degli hacker semplicemente per colpa nostra. Ecco allora una serie di errori da non commettere quando utilizziamo il nostro computer.

Non sempre il fai da te è un’ottima opzione. Specie quando parliamo di informatica. Cambiare i componenti del nostro PC potrebbe non solo ridurre le prestazioni del nostro macchinario ma anche esporlo maggiormente ai rischi informatici. Spesso quando il macchinario presenta un piccolo malfunzionamento pensiamo di riuscire a ripararlo in autonomia. Ricordiamoci però che i computer sono delle macchine complesse e se non abbiamo delle conoscenze a riguardo rischiamo solo di fare ulteriori danni. Se abbiamo dei dubbi sulle prestazioni o sulla sicurezza informatica del nostro dispositivo, dunque, è meglio rivolgersi a degli esperti.

Backup non regolari

Eseguire dei backup è il miglior modo per proteggere i nostri dati. E i nostri dati, dai documenti alle foto e i video, sono l’elemento più prezioso che possediamo su un macchinario al giorno d’oggi. Ricordarsi di eseguire un backup una volta l’anno non fa di noi degli esperti di cybersecurity. Eseguire dei backup non costanti è come non eseguirne affatto. Questo perché quotidianamente inseriamo nuove informazioni sul nostro macchinario. E quotidianamente dobbiamo assicurarci di aver messo al sicuro tutti i nostri dati personali.

Non aggiornare i software

Aggiornare il sistema operativo, le applicazioni e soprattutto i programmi antivirus è uno dei passaggi fondamentali per non esporre il nostro computer a un virus informatico. Spesso per le persone questi passaggi sono solo una seccatura, ma gli hacker prendono maggiormente di mira i vecchi sistemi operativi e i programmi non aggiornati.

Password deboli

Così come per molti è una seccatura stare ad aggiornare i programmi allo stesso tempo per altri è una perdita di tempo creare delle password complesse e usarne una diversa per ogni account in proprio possesso. Questa però è la scelta più sbagliata possibile. Per gli hacker decifrare una password non complessa, come il nostro nome o l’indirizzo di casa, è un gioco da ragazzi.

Attenzione ai download

Uno dei nascondigli preferiti dai malware sono i file che scarichiamo da Internet. Evitiamo per questo motivo di scaricare documenti e programmi da qualsiasi sito web. Limitiamoci a quelli affidabili e ai portali ufficiali di produttori e sviluppatori. Attenzione poi anche alle app che installiamo sul PC: potrebbero contenere autorizzazioni che minano la nostra privacy e nascondere un virus all’interno.

Fai un po’ di pulizia

Intasare di file inutili il disco rigido non aumenta il nostro rischio nei confronti di un attacco hacker ma minerà pesantemente la nostra esperienza utente. Per questo motivo in base al lavoro che facciamo con il PC dedichiamo un quarto d’oro ogni mese per pulire l’hard disk da programmi e file che non ci servono più. La vita del nostro computer e le sue prestazioni miglioreranno.

Contenuti sponsorizzati