Libero
mediatek dimensity 2000 Fonte foto: g0d4ather / Shutterstock.com
TECH NEWS

AMD farà un chip per smartphone insieme a MediaTek

La voce che arriva dall'Asia è di quelle che faranno rumore: AMD guarda con interesse ai chip per smartphone, e vuole provarci con la collaborazione di MediaTek

AMD è una di quelle aziende che non hanno bisogno di presentazioni neppure per quelli che masticano poco di tecnologia. È uno di quei nomi che non si fa fatica a definire “pesanti": l’azienda di Santa Clara è una multinazionale con un fatturato da 5 miliardi di dollari fondata nel 1969, che da decenni quindi produce semiconduttori di alto profilo.

L’azienda ha un’esperienza vastissima nel campo dei semiconduttori, ma nonostante comunque si tratti di chip, farne per computer o per tablet e smartphone sono cose ben diverse. Per cui non sorprende che secondo l’indiscrezione diffusa nelle scorse ore in Asia, AMD stia valutando seriamente di lanciarsi in un segmento di mercato per lei inedito ma al fianco di un’azienda che, al contrario, il mercato lo conosce bene, ha il know how per progettare un chip per smartphone da zero e nel corso della sua storia ha imparato ad affrontare sia i momenti positivi che quelli negativi. MediaTek, insomma, è un ottimo partner per diverse ragioni, ed è probabilmente per questo che al dirigenza di AMD si è rivolta al neo leader mondiale di chip per smartphone e tablet.

AMD e MediaTek insieme per un chip smartphone

AMD potrebbe quindi esporsi in prima “persona" nel mercato dei chip di fascia alta per smartphone e tablet. È questo segmento, quello premium, in cui i produttori di semiconduttori riescono a conseguire gli utili maggiori, per cui è più semplice dal punto di vista meramente economico iniziare su chip di questa fascia per un’azienda sì navigata ma ancora relativamente inesperta sulle applicazioni per dispositivi tascabili come AMD.

Tuttavia, nonostante questa sia una scelta obbligata dalla ricerca di un profitto, l’operazione può essere rischiosa se il chip non dovesse riuscire a tenere testa alle proposte concorrenti, che portano nomi ormai pesanti e dalla grande esperienza come Qualcomm, MediaTek o Samsung, che oggi nel mercato dei chip per smartphone e tablet fanno il bello ed il cattivo tempo.

Ecco perché l’indiscrezione odierna riporta della volontà di AMD di provarci sì ma con il supporto di MediaTek. AMD è in un certo senso obbligata a misurarsi nel mercato dei dispositivi ultra portatili come smartphone e tablet per non concedere un vantaggio troppo consistente al rivale di una vita Intel, che sarebbe al lavoro sulla stessa tipologia di progetto.

Prima però il progetto con Samsung

L’occasione per ufficializzare la nuova avventura sarebbe quella del chip Exynos 2200 che Samsung impiegherà sui Galaxy S22 e che, si dice ormai da tempo, avrà un “processore grafico" – la GPU – realizzata proprio da AMD.

Il mix, lo abbiamo già visto, promette risultati sorprendenti, e anche l’avventura al fianco di Samsung può fruttare ad AMD un po’ di quella esperienza che le servirà qualora volesse davvero misurarsi con un chip per smartphone realizzato in casa da cima a fondo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963