Libero
TECH NEWS

Anche Qualcomm cambierà strategia l'anno prossimo

Anche Qualcomm, come MediaTek, si prepara a dire addio ai core ad alta efficienza con il lancio del nuovo chip Snapdragon 8 Gen 4 atteso a fine 2024

chip qualcomm snapdragon Fonte foto: DANIEL CONSTANTE / Shutterstock

Qualcomm è già al lavoro sul nuovo Snapdragon 8 Gen 4. Il chip di nuova generazione dell’azienda debutterà a fine 2024 e rappresenterà un importantissimo salto in avanti generazionale per la famiglia Snapdragon. Il futuro top di gamma della serie andrà a integrare i nuovi core Oryon e sfrutterà il processo produttivo a 3 nm di TSMC.

Secondo nuove indiscrezioni, Qualcomm si prepara a seguire l’esempio di MediaTek per quanto riguarda l’architettura della CPU del suo SoC. Anche il nuovo Snapdragon 8 Gen 4, come il recente MediaTek Dimensity 9300, stando alle ultime indiscrezioni, non utilizzerà core ad alta efficienza, con l’obiettivo di massimizzare le prestazioni. Il chip sarà utilizzato da buona parte dei top di gamma Android del 2025.

Qualcomm dice addio ai core ad alta efficienza

I core ad alta efficienza vengono integrati nelle CPU per la gestione delle attività più leggere, che possono essere completate senza impiegare troppa potenza. Si tratta di componenti ottimizzati per massimizzare il risparmio energetico, riducendo i consumi complessivi del SoC. Con lo Snapdragon 8 Gen 2 dello scorso anno, Qualcomm ha ridotto da quattro a tre il numero di questi core nella CPU del suo chip. Il nuovo Snapdragon 8 Gen 3 ha applicato un ulteriore taglio, passando a due core.

Per il futuro, Qualcomm prepara una nuova strategia con l’eliminazione dei core ad alta efficienza dallo Snapdragon 8 Gen 4 che includerà due core ad alte prestazioni e sei core intermedi (lo Snapdragon 8 Gen 3 ne ha cinque). Ad anticipare questa scelta è l’insider Digital Chat Station, solitamente molto attendibile. Per il momento, però, Qualcomm non ha ancora rivelato alcun dettaglio in merito al suo nuovo chip che sarà svelato soltanto a fine 2024.

Una scelta simile a quella di MediaTek

La scelta di Qualcomm, se sarà confermata dai fatti, è simile a quella di MediaTek con il nuovo Dimensity 9300 che, nei primi test, sembra avere qualche problema nella gestione delle temperature, proprio per via dell’assenza dei core ad alta efficienza che, di solito, si occupano della gestione delle attività più semplici. MediaTek ha smentito questi problemi ma la questione resta aperta e la risposta definitiva la potremo avere solo quando ci saranno diversi modelli di smartphone top di gamma dotati di questo chip.

Il nuovo Snapdragon 8 Gen 4, rispetto al chip di MediaTek, potrà sfruttare una serie di novità tecnologiche in grado di compensare l’assenza dei core efficienti. L’adozione della nuova architettura Oryon oltre che il passaggio al processo produttivo a 3 nm di TSMC, infatti, dovrebbero essere elementi sufficienti per tenere sotto controllo i consumi, garantendo un significativo passo in avanti in termini di performance rispetto al modello Gen 3.

Ricordiamo che i core Oryon saranno utilizzati anche sui nuovi chip Snapdragon X Elite con cui Qualcomm punta a conquistare il settore dei notebook Windows, garantendo prestazioni ed efficienza simili (o anche superiori, stando ai primi benchmark diffusi dall’azienda) ai chip Apple Silicon. I nuovi Snapdragon X Elite arriveranno sul mercato nel corso del 2024 con nuovi notebook dotato di Windows on Arm.