Tim Cook Fonte foto: John Gress Media Inc / Shutterstock.com
TECH NEWS

Apple Streaming sfida Netflix e trasmette film e serie tv online

Alle 18 prenderà il via "It's Showtime", evento Apple dedicato ai servizi digitali e multimediali. Ecco cosa bisogna aspettarsi

25 Marzo 2019 - Il conto alla rovescia è iniziato: alle 18 Tim Cook (e, probabilmente, altri dirigenti Apple e personalità del mondo dello showbiz mondiale) salirà sul palco dello Steve Jobs Theater di Cupertino e svelerà il nuovo servizio di streaming video on demand che, nei piani della casa della mela morsicata, dovrebbe fare concorrenza ai vari Netflix e Prime Video.

Già da diverse settimane si rincorrono le voci su caratteristiche e prezzi dello streaming Apple, tanto che è possibile affermare con un buon grado di certezza quali saranno i film e le serie TV disponibili e quale il costo dell’abbonamento mensile. In questa nuova impresa, Apple sta investendo tempo, denaro (si vocifera che la puntata iniziale sia da un miliardo di dollari) e buona parte della sua credibilità. Con le vendite dei dispositivi che sembrano arrancare, la società guidata da Tim Cook prova a reinventarsi come un gigante dei servizi digitali.

Come sarà lo streaming Apple che sfida Netflix

Stando alle ultime indiscrezioni che arrivano dagli Stati Uniti, il servizio di streaming video on demand della casa della mela morsicata dovrebbe avere diversi punti di contatto con i vari Netflix e Prime Video. Allo stesso tempo, però, Apple vuole offrire qualcosa di differente agli utenti, in modo da “rubare” iscritti agli altri servizi streaming.

Come? Ad esempio, sottoscrivendo degli accordi con altre piattaforme streaming (negli Stati Uniti si parla di contratti già chiusi con HBO, Showtime e Starz) che potrebbero essere accessibili da Apple Streaming (o Apple Video). Stando a un report del Wall Street Journal, pagando un abbonamento di 9,90 dollari al mese per ogni servizio, gli utenti potrebbero accedere ai loro contenuti da un’unica piattaforma, evitando così di creare vari account e scaricare varie applicazioni. A questi, poi, si aggiungono i contenuti originali che Apple starebbe realizzando da alcuni mesi a questa parte, producendo uno sforzo economico tutt’altro che secondario (come detto, almeno un miliardo di dollari per nuovi film e serie TV).

Quanto costa Apple streaming? Dipende. Secondo le prime indiscrezioni i contenuti originali Apple sono gratuiti per gli utenti della mela morsicata (un po’ come accade per Prime Video, incluso in Amazon Prime), mentre le ultime voci sostengono che Apple vorrebbe monetizzare la sua produzione multimediale, facendo pagare per la visione del singolo evento o prevedendo un abbonamento mensile sullo stile di Netflix.

Evento Apple 25 marzo 2019, cosa verrà presentato oltre al servizio streaming

Alla presentazione dello streaming video, Apple vorrebbe affiancare anche la presentazione di altri servizi digitali da affiancare a quelli già disponibili. Nella scaletta dell’evento dovrebbe esserci spazio anche per Apple News, definito da molti come un Netflix delle notizie, che dovrebbe garantire l’accesso a contenuti informativi esclusivi a un prezzo di 9,90 dollari al mese; e Apple Games, piattaforma di streaming di videogame simile a Google Stadia presentata la scorsa settimana.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963