Libero
GUIDE ALL’ ACQUISTO

Apple Watch 7, cosa cambia e come usare le nuove funzioni

E' arrivato sul mercato da qualche giorno Apple Watch Serie 7, lo abbiamo provato a lungo per capire cosa cambia e quali siano i vantaggi per chi lo usa

 Luca Viscardi  Divulgatore e blogger di tecnologia

Conduttore radiofonico, blogger e scrittore. Da anni impegnato nella divulgazione della cultura digitale, è fondatore e Chief editor di MisterGadget.Tech

Con qualche settimana di ritardo rispetto ad iPhone 13, è arrivato sul mercato il nuovo Apple Watch 7, che rinnova lo smartwatch più venduto e più apprezzato al mondo. I risultati raccolti da Apple Watch nel corso degli anni sono stati quasi clamorosi, dato che l’azienda detiene una quota di mercato vicina al 30%, con il più diretto inseguitore, Xiaomi, che arriva a circa il 12% di share. Questo è un segmento in crescita verticale, che ha segnato un’impennata di oltre il 30% tra il 2020 e il 2021, con un volume di vendite che è arrivato intorno ai 122 milioni di pezzi per ciascun trimestre nell’anno in corso.

Design leggermente modificato

In un contesto competitivo così importante, ovviamente, l’arrivo del nuovo modello del prodotto di punta riscuote sempre grande attenzione, in particolare quest’anno poichè si erano diffuse molte anticipazioni secondo cui Apple avrebbe drasticamente cambiato il design del suo orologio.

In realtà, sul fronte estetico, non ci sono state rivoluzioni, Apple ha semplicemente leggermente ingrandito la dimensione della cassa di Apple Watch 7, ma ha significativamente ridotto la misura delle cornici che si trovavano intorno allo schermo e dividevano la parte visibile dalla struttura del dispositivo.  La combinazione dei due fattori ha sensibilmente aumentato la superficie dello schermo, con un risultato dirompente sull’usabilità dell’orologio.

Per tradurre tutto questo in numeri, lo schermo di Apple Watch 7 cresce del 20% rispetto ad Apple Watch 6, del 50% rispetto ad Apple watch 3, mantenendo praticamente invariato l’ingombro complessivo.

Non è solo più grande

Quello del nuovo display è un concetto chiave per comprendere cosa cambia in Apple Watch 7: la superficie superiore del display non significa solo che si possono vedere le cose più in grande, ma che si possono vedere molte più informazioni in una singola schermata, a tutto vantaggio dell’usabilità nella vita di tutti giorni.

Ancora una volta, andando oltre l’esperienza diretta fatta in questi giorni, chiamiamo in causa i numeri: grazie all’ottimizzazione dell’interfaccia, sul nuovo Apple Watch 7 si può leggere il 50% di testo in più rispetto al modello precedente. Basta usare qualche giorno questo nuovo smartwatch per capire il vantaggio di poter leggere un messaggio SMS, whatsapp o telegram praticamente in una sola schermata.

Questo significa che dopo una vibrazione è sufficiente sollevare l’orologio perché lo schermo si accenda e si possa leggere completamente il testo di un messaggio senza la necessità di toccare lo schermo per scorrere, al termine della lettura è sufficiente usare la voce per attivare l’assistente virtuale SIRI e dettare una risposta.

Il tema della ricchezza delle informazioni che si possono avere con una sola schermata di Apple Watch è uno dei punti di forza dell’uso di tutti i giorni, a cui si aggiunge il dettaglio che grazie allo schermo più grande sono stati introdotti anche pulsanti più comodi da sfruttare e quindi l’interazione generale con il proprio orologio diventa più semplice ed immediata.

Il display di Apple Watch 7Fonte foto: MisterGadget.Tech

La ricarica è più veloce

L’altra novità chiave di Apple Watch 7 è la sua velocità di ricarica: con il nuovo caricatore che si trova nella confezione, si raggiunge l’80% di carica in circa 45 minuti, mentre soli 10 minuti di collegamento all’energia elettrica sono sufficienti per monitorare otto ore di sonno.

Questo potrebbe sembrare un dettaglio poco rilevante, in realtà vuol dire che basta appoggiare in ricarica l’orologio durante la cena, oppure la mattina, nel momento in cui si fa colazione e ci si prepara, per avere un’autonomia sufficiente per un’intera giornata. Caricare il proprio Apple Watch 7 in questo modo, permette di sfruttare tutte le funzioni di monitoraggio di cui l’orologio è dotato, in particolare quelle per il sonno. Conoscere la qualità delle ore notturne, avere una chiara indicazione di come è andato il proprio periodo di riposo può aiutare per gestire meglio le proprie giornate.

Questa è la ragione per cui una velocità di carica più elevata diventa fondamentale per sfruttare Apple Watch 7 in tutti i momenti della propria giornata.

Le mappe di Apple Watch 7

L’insuperabile ricchezza delle App

Dopo molti anni di esperienza, siamo convinti che Apple Watch sia la soluzione migliore per chi possiede un iPhone, non solo perché si gode della perfetta integrazione tra i due dispositivi, ma soprattutto perché si può sfruttare  la straordinaria ricchezza dell’AppStore. La disponibilità di applicazioni, l’infinita quantità di estensioni delle app che sono oggi presenti, non ha eguali negli altri sistemi o dispositivi oggi presenti sul mercato.

Sul fronte della dotazione tecnologica possiamo senza dubbio dire che i migliori dispositivi oggi presenti si equivalgono per la capacità di misurare il battito cardiaco in modo continuativo, per la misurazione dell’ossigeno del sangue, per la possibilità di monitorare il sonno; quando si parla di applicazioni, però, si apre un baratro tra Apple e la concorrenza.

Con Apple Watch 7 apriamo il cancello di casa, spegniamo o accendiamo le luci, abbiamo il green pass direttamente al polso, siamo in grado di pagare le strisce blu dei parcheggi senza accendere lo smartphone e questi sono solo alcuni esempi delle migliaia di app oggi presenti che rendono l’orologio smart un dispositivo molto utile nella vita quotidiana.

La disponibilità e la qualità delle applicazioni sono gli ambiti su cui la concorrenza deve lavorare molto per poter colmare quello che è il vero gap principale nei confronti di Apple Watch: se ne è resa conto anche Samsung, che ha deciso di lasciare il suo sistema operativo Tizen, per abbracciare quello di Google, con l’obiettivo di arricchire la gamma di app da installare.

Apple Watch 7 e la domoticaFonte foto: MisterGadget.Tech

Le altre novità

Esistono in realtà molte altre novità in questo nuovo Apple Watch 7, ma diventano accessorie rispetto alla migliore usabilità e alla velocità di ricarica ottimizzata. Lo schermo è più luminoso sia quando è “spento”, ovvero il polso è abbassato, che quando è acceso, il materiale con cui è costruito il display è più resistente agli urti e alle sollecitazioni della vita di tutti giorni,  ci sono nuovi colori per il modello in alluminio, sono stati realizzati alcuni quadranti che sono esclusivi della serie 7 perché sfruttano la maggiore dimensione del display.

Interessante anche capire a chi convenga davvero il passaggio ad Apple Watch 7: se per coloro che oggi posseggono il modello numero 6 il salto in avanti è più contenuto, per tutti gli altri sarà abissale la differenza nell’esperienza d’uso, per la velocità con cui Apple Watch fa ciò che gli viene chiesto e, soprattutto, per durata della batteria e velocità di ricarica.

In sintesi, Apple Watch 7 sembra uguale o molto simile al precedente, ma è solo usandolo che si coglie davvero la differenza, che è ben più grande di quanto si possa immaginare: di fatto, questo rimane lo smartwatch da battere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963