Libero
DIGITAL LIFE

Bing ora è il motore di ricerca di ChatGPT

Bing è diventato il motore di ricerca predefinito di ChatGPT. Così facendo l’AI potrà accedere direttamente al web per cercare le informazioni di cui ha bisogno

chatgpt Fonte foto: Iryna Imago / Shutterstock.com

OpenAI ha annunciato ufficialmente che ChatGPT utilizzerà come motore di ricerca predefinito Bing. La celebre intelligenza artificiale, quindi, sarà in grado di cercare le informazioni di cui ha bisogno accedendo direttamente al web tramite il motore di ricerca di Microsoft.

La funzionalità potrà essere utilizzabile tramite appositi plugin anche se al momento è disponibile esclusivamente per gli utenti ChatGPT Plus. Gli utenti senza abbonamento dovranno attendere ancora qualche settimana, stando almeno alle dichiarazioni rilasciate dalle due aziende.

Questo annuncio, oltre a confermare i progressi compiuti da ChatGPT e dai suoi sviluppatori, sottolinea anche come la partnership tra OpenAI e Microsoft sia più salda che mai, aprendo a ulteriori possibilità di sviluppo future per la celebre AI.

Bing su ChatGPT: come funziona

La notizia di Bing come nuovo motore di ricerca di ChatGPT è arrivata nel corso della Microsoft Build 2023, dove insieme a OpenAI il colosso di Redmond ha annunciato moltissime novità in materia di intelligenza artificiale, considerato ormai uno dei temi cardine per il futuro.

La nuova collaborazione tra ChatGPT e Bing nasce nell’ambito della ricerca web, con la nota AI che non ha più bisogno di modelli e plug-in proprietari per dare informazioni agli utenti ma potrà andare a cercarle direttamente sul web, utilizzando Bing come motore di ricerca. La decisione, secondo gli sviluppatori, dovrebbe portare a risposte più pertinenti e, soprattutto, aggiornate in tempo reale.

Un grande passo avanti se pensiamo che, fino a poco tempo fa, ChatGPT utilizzava esclusivamente i plug-in per accedere alle informazioni di cui aveva bisogno. Dall’altro lato è chiaro che anche Bing ha ricevuto il sostegno dell’intelligenza artificiale con la nuova modalità di visualizzazione potenziata proprio dall’AI, con note poste a piè di pagina e una maggiore attendibilità nella ricerca.

Sempre in tema di partnership, Microsoft ha annunciato ufficialmente che non ci saranno più differenze di codice tra Bing Chat e ChatGPT, in modo che tutti i plug-in sviluppati siano compatibile per l’una e per l’altra piattaforma senza che siano necessarie ulteriori modifiche.

Bing e ChatGPT: come si evolverà l’AI

Come già detto l’intelligenza artificiale è uno dei trend del futuro e per questo non stupisce che sempre più aziende stiano facendo investimenti sempre più corposi al riguardo.

Brand come Expedia, Zillow e Klarna, ad esempio, stanno abbracciando i servizi offerti dal nuovo Bing Chat che potrà fare la differenza anche in materia di viaggi, acquisti e diverse forme di intrattenimento, con un servizio di chat e di comunicazione dedicato.

Oltretutto, come ben noto, il legame tra l’ecosistema Microsoft e ChatGPT sta diventando sempre più stringente anche grazie all’arrivo della nuova suite per la produttività Microsoft 365 Copilot pensata per affiancare gli utenti nelle attività quotidiane con le diverse applicazioni potenziate proprio dall’intelligenza artificiale.