Libero
scuola di sopravvivenza film netflix Fonte foto: Netflix
TV PLAY

Come guardare i film interattivi con Bear Grylls

Le avventure del conduttore-attore e dell’attore indiano Ranveer vengono guidate dalle scelte dello spettatore

A chi non è capitato, guardando un film, di pensare che il protagonista stesse sbagliando? In genere non ci si può fare molto, in effetti. Ma non è così con i film interattivi di Bear Grylls, nei quali lo spettatore è coinvolto nella trama e, a colpi di click, può indirizzare le avventure del protagonista.

Ai titoli già disponibili da diverso tempo sul catalogo Netflix (ovvero Scuola di sopravvivenza, Scuola di sopravvivenza – Missione Safari e Scuola di sopravvivenza – Sfida al gelo) se ne è recentemente aggiunto uno nuovo: Ranveer vs Wild con Bear Grylls, uscito a inizio di luglio 2022. Ambientato nelle lande selvagge della Siberia, il film-reality questa volta ha due protagonisti, come suggerisce il titolo stesso: non solo l’intramontabile avventuriero Bear Grylls, ma anche l’attore indiano Ranveer Singh, classe 1985, premiato al 56esimo Filmfare Awards come miglior artista emergente maschile.

Chi è Bear Grylls

Pseudonimo di Edward Michael Grylls, Bear Grylls è un conduttore televisivo, scout, alpinista e militare inglese nato nel 1974. È noto soprattutto per il programma Ultimate Survival (in onda in Italia con il titolo L’ultimo sopravvissuto o Uomo vs. Natura).

Nello show Bear Grylls mostra agli spettatori le più estreme strategie di sopravvivenza – ad esempio come costruire un rifugio per la notte o una zattera, come procurarsi del cibo, come evitare predatori e altri pericoli, ecc. – in svariati ambienti naturali: dai deserti alle isole disabitate, dalla foresta amazzonica all’alta montagna.

Cosa sono i film interattivi di Bear Grylls

I film interattivi di Bear Grylls mantengono la stessa impostazione dello show che lo ha reso celebre, con la differenza che questa volta lo spettatore è coinvolto in una certa misura nell’avventura. Il conduttore-attore si trova in un particolare ambiente naturale– un deserto di ghiaccio, la savana, la Siberia: dipende dal titolo scelto – e ha una o più missioni da portare a termine, che vengono mostrate all’inizio del film.

Da quel punto in poi la narrazione prosegue in modo lineare, piacevole e coerente, ma con un processo intermedio che varia in base alle preferenze dello spettatore. Bear Grylls, infatti, si trova ripetutamente di fronte a decisioni difficili da prendere: per arrivare dal punto A al punto B, ad esempio, è meglio attraversare a nuoto il lago che potrebbe essere infestato dai coccodrilli o arrampicarsi su una liana che potrebbe spezzarsi? La decisione viene presa dallo spettatore, che sceglie l’opzione da seguire grazie alla tastiera o al telecomando, e la storia prosegue di conseguenza.

Non si tratta di scelte da prendere a caso, però: la sequenza di decisioni e le relative conseguenze – che lo spettatore vedrà vissute in prima persona da Bear Grylls sullo schermo – potrebbero portare al successo della missione oppure a esiti tragici. A quel punto si ricomincia. Lo spettatore può anche mettere in pausa e annullare l’ultima scelta, nel caso abbia un ripensamento.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963