hard-disk-memoria Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Come recuperare spazio dall'hard disk del computer

Avere poco spazio d'archiviazione sul computer è una seccatura, ecco alcuni semplici trucchi per recuperare memoria sul nostro dispositivo

Il poco spazio d’archiviazione sul computer può essere un grosso problema. Con una memoria al limite non abbiamo la possibilità di installare nuovi programmi o di scaricare le foto delle vacanze. Per fortuna però esistono diverse azioni che possiamo compiere per recuperare spazio dall’hard disk del PC.

Il primo passo da fare per recuperare un po’ di memoria è quello di eliminare ogni elemento, file o applicazione che non utilizziamo più. Per le foto per esempio potremo pensare di comprare un hard disk esterno. Si tratta di una soluzione abbastanza economica e anche comoda. In questo modo, se siamo grandi appassionati di fotografia, non occuperemo troppo in fretta la memoria del nostro computer. Attenzione poi alla cartella Download, di solito è qui che accumuliamo molti file inutili. Se ne troviamo facciamo click con il tasto destro e poi scegliamo la voce Elimina. Se invece usiamo dei servizi di sincronizzazione come DropBox e Google Drive possiamo salvare sul cloud i file più pesanti.

Strumenti Windows e MacOS

Sia su computer Windows che su Mac abbiamo a disposizione diversi strumenti per liberare spazio nella memoria. Si tratta di programmi installati di default sul PC. Usando app come Daisy Disk o Disk Inventory X per macOS e WinDirStat per Windows possiamo avere un report completo dei documenti che stanno occupando maggior spazio all’interno del nostro disco rigido. Per attivare l’analisi della memoria interna su Windows basta cliccare sul pulsante Start (quello con l’icona Windows in basso a sinistra dello schermo) poi su Sistema Windows e infine su Questo PC. Nella nuova finestra che si aprirà, ci sarà la panoramica degli hard disk presenti nel computer e lo spazio occupato dai file.

Per pulire i file inutili possiamo utilizzare invece un altro strumento. Cerchiamo Pulizia Disco sulla barra di ricerca Windows e quindi selezioniamo come unità il nostro computer. A questo punto nella lista dei documenti che possediamo sul PC dovremo selezionare i file che intendiamo cancellare. Fatto questo basta cliccare su OK e il gioco è fatto. Se abbiamo un Mac invece dobbiamo andare nel menu Apple, quindi cercare la voce Archiviazione e qui selezionare l’opzione Gestisci. A questo punto potremo riordinare i file presenti sul computer per data o per dimensione, in modo da scegliere quali eliminare. Su Mac c’è anche la funzione Ottimizza che svolge il lavoro sporco per noi. L’app raccoglie tutti i file vecchi, quelli doppi e alcuni documenti che non apriamo da tempo, poi crea una miniatura e ci chiede cosa può cancellare. Dopo aver dato un’occhiata potremo cancellare tutto oppure solo alcuni file di quelli selezionati.

Strumenti di terze parti

Oltre agli strumenti preinstallati potremo anche scaricare un’applicazione di terze parti. Per i file duplicati, ad esempio, la miglior soluzione è Duplicate Files Finder (gratis per Windows) e DupeGuru (gratis per macOS). Ci sono anche programmi come CCleaner (gratis per Windows e Mac, ma c’è anche la versione Pro a pagamento) che sono pensati per gestire la pulizia del nostro disco rigido a 360°. Il software è utile per eliminare programmi e file che non usiamo mai ma anche per migliorare le prestazioni del nostro computer. Nonostante le moltissime funzioni ha un’interfaccia intuitiva e risulta facile da utilizzare.

Contenuti sponsorizzati