Come scegliere un disco SSD Fonte foto: Shutterstock
HOW TO

Cos'è e come scegliere un disco SSD

Gli SSD sono un particolare tipo di hard disk che utilizza le memorie flash rispetto ai classici dischi rigidi. Non hanno parti meccaniche.

Ultimamente si sente tanto parlare di SSD, infatti da qualche anno a questa parte molte persone hanno anche già iniziato a installarli nel computer. La domanda però ai meno avvezzi alle nuove tecnologie sorge spontanea: cosa sono i dischi SSD? In pratica sono degli hard disk “speciali”, i quali utilizzano delle memorie flash rispetto ai classici dischi rigidi. Quando si parla di unità a stato solido (in inglese SSD è proprio l’acronimo di Solid State Drive), molti paragonano questi strumenti con gli hard disk.

È vero si tratta di due soluzioni alternative l’una all’altra, ma non dobbiamo pensare agli SSD come a un’evoluzione degli hard disk, bensì a una nuova tecnologia che ha modificato radicalmente la gestione della memoria interna. Gli hard disk per anni hanno puntato su una capacità d’archiviazione sempre più grande, mentre le unità a stato solido mirano alla sicurezza, alla velocità e in maniera particolare a migliorare le prestazioni della macchina dove vengono installate. Oggi i dischi SSD sono sempre più presenti sui pc portatili moderni, tuttavia è importante capire quali caratteristiche bisogna valutare, per stabilire qual è la soluzione migliore in grado di soddisfare le proprie esigenze.

SSD e Hard disk, quali differenze

Quali sono le differenze strutturali tra un SSD e un hard disk? Le unità a stato solido, per esempio Kingston SSD A400, diversamente dai dischi rigidi, non hanno parti meccaniche come testine o piatti di rotazione. Senza componenti meccaniche è molto più difficile che in seguito a danni o cadute l’SSD possa rompersi. La rimozione delle parti meccaniche è stata possibile grazie all’uso dei collettori SATA (Serial Advanced Technology Attachment), compatibili praticamente con qualsiasi scheda madre. Lavorando con dei collettori a livello di RAM le prestazioni migliorano, ma i dischi SSD hanno un limite, ovvero una durata temporale ben precisa. In media la vita delle unità a stato solido è di 5-6 anni, anche se tutto dipende dai cicli di scrittura.

Lo sviluppo degli SSD e le evoluzioni tecniche

Negli anni le interfacce delle unità a stato solido sono state oggetto di sviluppi ed evoluzioni. All’inizio, per esempio, venivano usati solo sui computer portatili, mentre negli ultimi tempi stanno iniziando a essere adottati anche su dispositivi fissi e su notebook ultrasottili di ultima generazione. Questo successo deriva da una serie di nuove funzionalità e una maggiore velocità di trasferimento dei dati rispetto al passato. Sul mercato si trovano SSD con interfaccia SATA III e hard disk, con interfaccia SAS o HDD, oppure con interfaccia SATA III o Serial ATA-600.

Quale opzione conviene comprare? Come sempre, a livello tecnologico, prima di acquistare un dispositivo bisogna analizzare le proprie esigenze. Se la nostra prima necessità è lo spazio d’archiviazione, specie sopra 1TB, conviene comprare un hard disk. Al contrario se puntiamo alla velocità di scrittura e alle migliori prestazioni della macchina, la scelta consigliata sono le unità a stato solido. Ecco alcuni consigli utili per scegliere un disco SSD per il proprio pc.

Come scegliere un disco SSD

Prima di acquistare un pc, oppure di comprare un disco SSD da installare nel laptop, è importante capire come valutare le caratteristiche tecniche di questa componente hardware. Innanzitutto bisogna considerarne la compatibilità con il proprio notebook o pc, analizzando se le dimensioni permettono una perfetta integrazione. Oggi la maggior parte delle memorie M.2 e delle SATA si adatta senza problemi alle misure standard, che per i pc attuali vanno dai 5 ai 9 millimetri per quanto riguarda l’altezza e una dimensione di 2,5 pollici.

Allo stesso modo è fondamentale guardare la capacità del disco SSD, in base alla quale il supporto sarà in grado di archiviare una quantità più o meno elevata di dati. In commercio si possono trovare modelli molto differenti tra loro, con una capacità di storage compresa tra 64GB e 4TB, perciò è indispensabile optare per un prodotto adeguato in base alle proprie necessità personali. I dischi SSD di fascia media propongono uno spazio di 500GB, altrimenti con i modelli di fascia alta si arriva a 1 o 2 TB senza problemi.

Altrettanto importante è il numero di cicli di scrittura, ovvero quanti volte è possibile utilizzare lo spazio d’archiviazione prima che il supporto non sia più disponibile, quindi prima che smetta di funzionare e garantire prestazioni ottimali. In media i dischi SSD moderni offrono dai 3 ai 5 mila cicli, tuttavia è essenziale la presenza di un sistema di pulizia. Tale dispositivo, infatti, consente di aumentare la durata della memoria, grazie alla possibilità di eliminare i file spazzatura in maniera automatica, una soluzione efficace soprattutto se abbinata a una funzionalità TRIM.

I migliori dischi SSD interni

Ecco quali sono i migliori modelli di dischi SSD interni da acquistare, adatti a tutte le esigenze.

Crucial BX500

Se desideri acquistare un disco SSD di buona qualità, ma senza spendere troppo, un modello adeguato è il Crucial BX500. Si tratta di una memoria interna da 240GB di spazio d’archiviazione, tuttavia puoi trovare anche le varianti a 480GB, 960GB e le opzioni professionali fino a 2TB. Le dimensioni sono standard, con 2,5 pollici e 7 mm di altezza, tecnologia Flash e sistema Micron 3D Nand. Buone le prestazioni e l’efficienza, così come la silenziosità, inoltre questo supporto è compatibile con la maggior parte dei notebook in commercio.

SanDisk Plus SSD

Tra i dischi SSD economici, uno dei prodotti più apprezzati è il SanDisk Plus SSD, in vendita su Amazon a un prezzo di appena 37 euro. In questa versione la capacità della memoria solida è di 240GB, adatta quindi a esigenze non professionali, con un’interfaccia SATA 3 che richiede un supporto compatibile all’interno del proprio pc. La velocità di lettura è di 535 MB/s mentre quella di scrittura di 450 MB/s, con dimensioni di 2,5 pollici e altezza di 7 mm. Il prodotto offre una garanzia di 24 mesi, ed è utilizzabile con sistemi operativi Windows dalla versione 7 in poi.

Kingston SSD A400

Un disco SSD abbastanza economico ma di buona qualità è il Kingston SSD A400, un modello piuttosto affidabile e in grado di assicurare una buona durata. Si tratta di un componente robusto e resistente, con un’altezza di 7 mm e formato M.2, compatibile con tutti i notebook e i pc più diffusi sul mercato. Questo SSD ha una capacità di 480GB, con una velocità di scrittura di 500 MB/s, ha una memoria di tipo Flash ed è disponibile anche in altri formati. Il costo di acquisto è di 45 euro circa, confermando un ottimo rapporto qualità-prezzo.

SanDisk SSD Ultra 3D

Tra i dischi SSD di fascia media troviamo un modello molto affidabile, il SanDisk SSD Ultra 3D, pensato appositamente per chi ha bisogno di prestazioni elevate. Basato sulla nuova tecnologia 3D Nand, sicura ed efficiente, propone una cache 2.0 e un’unità a risparmio energetico, con velocità di 560 MB/s in lettura e 530 MB/s in scrittura. La capacità di questa versione è di 500GB, con memoria Flash DRR3L SDRAM e altezza fisica di 7 mm. L’interfaccia è SATA Revision 3.0 a 6 GB/s, con riduzione delle vibrazioni e temperatura di funzionamento fino a 70°C.

Samsung 860 EVO

Un modello di fascia media è il disco SSD Samsung 860 EVO, che in questa versione presenta una capacità d’archiviazione di 500GB, con un costo d’acquisto di 72 euro circa. In alternativa è presente nelle versioni da 250GB fino a 4TB. Questo SSD ha una tecnologia V-Nand brevettata da Samsung, con un formato standard da 2,5 pollici e un’altezza di 7 mm. La velocità di lettura è di 550 MB/s, con interfaccia SATA a 6 GB/s compatibile con architetture SATA a 1,5 e 3 GB/s. Questo supporto garantisce prestazioni elevate, una sicurezza ottimale dei dati e l’aggiornamento costante del firmware.

Migliori dischi SSD esterni portatili

Per una maggiore comodità e possibile scegliere anche tra diversi modelli di dischi SSD esterni portatili: ecco i migliori.

Samsung MU-PA500B T5

Oltre ai modelli interni è possibile acquistare un disco SSD esterno, un supporto portatile da collegare al pc tramite cavo USB. Un prodotto con un ottimo rapporto qualità-prezzo è il Samsung MU-PA500B T5, un hardware piuttosto compatto e leggero, con un peso di 51 grammi e dimensioni di 57 x 10 mm. La capacità interna di memoria è di 500GB, in questa versione proposta con un costo di 84 euro, oppure sono presenti le varianti da 250GB, 1 e 2TB. La tecnologia è quella ufficiale Samsung V-Nand, abbastanza efficiente e affidabile, con une velocità di trasferimento dati fino a 540 MB/s, in grado di supportare anche video in 4K.

SanDisk Extreme SSD Portatile

Tra i dischi SSD esterni troviamo il SanDisk Extreme SSD Portatile, disponibile sul mercato con un prezzo di circa 99 euro. Questo supporto presenta una capacità d’archiviazione di 500GB, altrimenti ci sono le versioni da 250GB, 1 e 2TB, in grado di soddisfare ogni necessità. Nello specifico si tratta di una memoria esterna DDR3L SDRAM, con struttura certificata IP55 e resistente alla polvere e alle particelle, una memoria tascabile da portare sempre con sé, con un peso di soli 41 grammi. Il disco SSD è compatibile con sistemi operativi Windows e Mac OS, inoltre vanta una velocità di lettura fino a 550 MB/s.

WD My Passport GO

Disco SSD di alta qualità, progettato per un uso professionale e per chi ha bisogno di prestazioni elevate, il supporto WD My Passport GO è una memoria SSD portatile da 500GB, disponibile anche nella versione da 1TB di spazio d’archiviazione. Le performance sono di una velocità di lettura fino a 400 MB/s, con sistema di backup automatico integrato e resistenza alle cadute fino a 2 metri d’altezza, grazie a un rivestimento esterno in gomma antiurto. Questo disco SSD è compatto e robusto, dotato di un cavetto USB per il collegamento rapido, è compatibile con pc Windows e Mac OS, mentre il prezzo di acquisto è di 119 euro circa.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963