router Fonte foto: Shutterstock
SMART EVOLUTION

Cosa sono i router dual band e quali sono i vantaggi della connessione

A differenza dei router monobanda, i router dual band garantiscono velocità di trasferimento dati più elevate e non sono soggetti a interferenze

Per molti somiglia a un incubo. Nonostante ci si sposti di qualche decina di centimetri o di un paio di metri al massimo, il segnale della rete Wi-Fi crolla improvvisamente e non si riesce più a navigare. Un problema, nella stragrande maggioranza dei casi, dipende dal router Wi-Fi che si utilizza in casa.

Può capitare, a causa di troppi dispositivi connessi contemporaneamente o di interferenze varie, che la rete senza fili non renda come dovrebbe e si abbia il Wi-Fi lento. In casi come questi, a volte, si ha un’unica soluzione: cambiare router e acquistarne uno dual band. Questo dovrebbe permettere di aumentare la banda dati a disposizione ed evitare che altri dispositivi finiscano con l’interferire con la trasmissione dei dati tra i vari dispositivi connessi alla stessa rete. Come? Merito della fisica (in particolare delle leggi dell’elettromagnetismo) e di una peculiarità che consente a dispositivi di questo genere di lavorare “indisturbati”.

Cosa sono i router dual band

Come dice anche il nome, un router dual band è caratterizzato dalla capacità di creare una rete Wi-Fi utilizzando due differenti frequenze radio. In questo modo si può creare una rete wireless in casa (o in ufficio sia sfruttando la banda “ordinaria” da 2,4 gigahertz oppure affidandosi alla banda da 5 gigahertz. Il perché di questa doppia scelta si spiega da un punto di vista prettamente fisico, ma il tutto può essere esposto in maniera chiara anche per chi non ha grandi conoscenze (per usare un eufemismo) nel campo dell’elettromagnetismo.

Pur coprendo una superficie minore (un’onda con frequenza maggiore perde forza più rapidamente), la rete basata sulla banda da 5 gigahertz garantisce velocità di connessione di gran lunga superiori e una migliore capacità di coprire i cosiddetti black spot, ovvero quei punti di casa o dell’ufficio difficili da raggiungere con il segnale radio di un normale router Wi-Fi. La banda da 5 gigahertz, inoltre, è meno soggetta a interferenze: contrariamente a quella da 2,4 gigahertz, utilizzata anche dal telecomando del TV, dal microonde e dal telefono cordless, è di fatto inutilizzata. Ciò vuol dire che il segnale sarà Wi-Fi sarà più forte e stabile e permetterà di scambiare dati più velocemente.

I vantaggi per la connessione di casa e dell’ufficio

Pur non consentendo di estendere il segnale Wi-Fi (per quello, ad esempio, ci sono le reti mesh), un router dual band è una valida soluzione nel caso in cui la rete domestica (o di un ufficio di piccole dimensioni) ha dei problemi di stabilità o interferenze. Come visto, infatti, la connessione wireless su banda da 5 gigahertz è più stabile e garantisce una maggior velocità nello scambio di dati tra i vari nodi della rete.

Contenuti sponsorizzati