Libero
dota dragon's blood anime netflix Fonte foto: Netflix
TV PLAY

Domani esce DOTA: Dragon's Blood: le cose da sapere

Ideata dallo sceneggiatore di X-Men – L’inizio e Thor, la serie animata fantasy sta per tornare su Netflix con una seconda stagione davvero epica

Cavalieri, draghi, elfi, principesse e un mondo magico minacciato da forze oscure. Sono questi gli ingredienti che rendono epica la trama di DOTA: Dragon’s Blood, serie tv in stile anime e di genere fantasy. La seconda stagione, chiamata "Book II" (secondo libro) esce su Netflix domani, 18 gennaio 2022.

La serie animata, perfetta per un pubblico adulto appassionato al genere anime e fantasy, è ideata da Ashley Miller, già sceneggiatore di X-Men – L’inizio e Thor, ed è basata sul gioco online DOTA 2, videogioco MOBA sviluppato dalla Valve Corporation e distribuito nel 2012. Nel voice cast originale del secondo capitolo della storia ci sono Yuri Lowenthal, Lara Pulver e Kari Wahlgren. Il protagonista di DOTA: Dragon’s Blood è il Cavaliere del Drago Davion che, vagando in un universo fantastico in cui magia e misticismo sono del tutto naturali, ha il compito di rendere il mondo un luogo più sicuro.

Di cosa parla DOTA: Dragon’s Blood

Davion è un Cavaliere del Drago coraggioso e valoroso, anche se dall’animo tormentato e dal carattere tenebroso. Nella prima stagione, attualmente disponibile su Netflix, lo vediamo coinvolto in alcune avventure inaspettate, ma sempre con l’obiettivo di eliminare le creature pericolose che minacciano la quiete del mondo e dei suoi abitanti.

Gli eventi che coinvolgono Davion prendono una piega ancora più inattesa e complessa quando il cavaliere incontra un potente drago e una principessa, Mirana, in missione segreta.

La prima stagione dell’anime era finita immediatamente nella top 10 dei contenuti più visualizzati su Netflix in 47 dei Paesi in cui il servizio di streaming è disponibile, inclusi Germania, Australia, Grecia e Russia.

Cosa succede nella seconda stagione di DOTA: Dragon’s Blood

Ci sono diversi punti narrativi che la seconda stagione di DOTA: Dragon’s Blood probabilmente porterà avanti. Tra questi, la vendetta che Invoker, dopo aver atteso a lungo, può ora infliggere alla dea Selemene.

Non è chiaro invece se la dea Mene tornerà. Gli elfi credono ancora che i fiori di loto siano la chiave per riportala indietro, ma Invoker ha già svelato che si trattava di una falsa profezia. Dato che questo personaggio non è nuovo alla menzogna, però, bisognerà aspettare di vedere se questa volta ha detto la verità o no.

Davion, intanto, è tornato nella sua forma umana, ma è ancora fuori controllo per via dell’anima di Slyark nel suo corpo. La principessa Mirana, invece, si prepara a guidare il suo popolo sotto attacco.

Quando e dove vedere DOTA: Dragon’s Blood 2

Gli episodi della seconda stagione di DOTA: Dragon’s Blood (Book II) saranno disponibili dal 18 gennaio 2022 solo su Netflix.

Sulla piattaforma di streaming, per la gioia degli appassionati, è anche presente un contenuto collegato collateralmente a questa serie animata, ovvero il documentario Free to Play di Valve, che racconta la storia i tre gamer professionisti che hanno partecipato a un torneo di DOTA 2 (il gioco a cui si ispira l’anime) da un milione di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963