Libero
Google Fit come funziona Fonte foto: Shutterstock
APP

Cos'è Google Fit e come funziona

Per monitorare la propria salute e mantenersi sempre in forma, l'app migliore da scegliere è senza dubbio "Google Fit": ecco cos'è, come funziona e come usarla.

Complice l’innovazione tecnologica, la nostra salute e il controllo e il monitoraggio del nostro benessere fisico sono sempre più affidati alla tecnologia. C’è un’applicazione per tutto: l’app che monitora il sonno, l’app che monitora la quantità di acqua bevuta in una giornata, l’app che ti avvisa all’orario impostato per prendere medicine e integratori e l’app che ti ricorda di allenarti e monitora il tuo stato di allenamento e salute.

Per ognuna di queste app non c’è che l’imbarazzo della scelta, ma quando si parla di applicazione "monitora salute" non c’è alcun dubbio, la scelta deve ricadere su Google Fit: la migliore app completa pensata come assistente virtuale per mantenersi sempre in forma con un’attività fisica regolare e costante: scopri cos’è e come funziona!

Cos’è Google Fit

Se pensate che Google Fit sia una delle tante applicazioni che vi propongono dei workout giornalmente per mantenervi in salute, dovrete ricredervi, è molto di più! Si tratta infatti di un’applicazione che si propone di essere completa e sicura al 100%, non per altro, è stata sviluppata dal colosso del web Google in collaborazione con l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e l’American Heart Association. Il suo sviluppo nasce per rispondere ad un’esigenza, quella di andare a stimolare gli utenti a muoversi, anche poco, ma quotidianamente e in maniera regolare.

Dedicata agli utenti Android, Google Fit, tramite il tuo smartphone, ha la capacità di captare ogni tuo movimento senza la necessità di essere avviata. Ogni volta che farai attività, una semplice camminata, un giro in bicicletta, una corsa o un intero e faticoso workout, Google Fit sarà in grado di percepire, monitorarlo e inserirlo all’interno della tua scheda personalizzata. La sua precisione promette grandi risultati, anche se la performance migliore può darla soltanto in combo con gli smartwatch con sistema operativo Wear OS, così da avere la possibilità di monitorare anche dati aggiuntivi, come la velocità dell’andatura.

Le funzionalità di Google Fit

La funzionalità offerte da Google Fit sono molte e tutte molto utili, a partire dal monitoraggio dell’attività fisica, caratteristica per la quale l’app è stata sviluppata. Come precedentemente accennato, l’app, durante l’attività motoria, anche se blanda, registra i dati e li archivia, mostrando poi i risultati ottenuti alla fine della giornata. Tutti i dati acquisiti durante il tempo di utilizzo dell’applicazione vengono elaborati e proposti all’utente tramite statistiche, le quali riportano l’andamento dei dati circa l’intensità dell’attività, la durata, la velocità, il ritmo cardiaco, il percorso compiuto e l’altitudine. Tutte le statistiche vengono presentate all’utente in modo chiaro e di semplice lettura.

L’utente è poi sollecitato alla creazione dei propri obiettivi personali, i quali verranno memorizzati dall’app e riproposti così da spronare al movimento costante. Alcuni degli obiettivi standard potrebbero essere la perdita di peso o i passi da percorrere ogni giorno. Non solo, tramite la funzione associata allo smartwatch, Google Fit si propone anche nella sua funzione di monitoraggio del sonno, suggerendo poi, a seconda dei dati raccolti, un orario migliore per stendersi e per svegliarsi la mattina per un riposo perfetto.

Le funzionalità di utilizzo base previste da Google Fit sono due: i minuti di movimento e i punti cardio. Con "minuti di movimento" si intende una vera e propria sfida motivazionale che esorta l’utente a compiere più passi, salire più piani di scale, fare più movimento. Con "punti cardio" invece si intende l’esortazione all’utente ad accelerare il proprio battito cardiaco facendo attività cardio: per ogni minuto di attività cardio, si accumulano dei punti.

Utilizzare Google Fit

Ottenere l’applicazione Google Fit è semplice: basterà essere in possesso di uno smartphone con sistema operativo Android e il gioco è fatto. Sullo store digitale potrai scaricare e installare l’app in soli pochi minuti. Una volta installata, si consiglia, per l’archiviazione sicura e il monitoraggio dei propri dati, di accedere all’app tramite la propria utenza Google (la mail di Gmail, per intenderci!).

La schermata successiva al login sarà quella dedicata alla creazione del proprio profilo personale: qui l’applicazione richiederà ad ogni utente di indicare, oltre ai dati anagrafici, alcuni parametri fisici indispensabili alla corretta ricezione ed elaborazione dei dati: altezza, età anagrafica e peso corporeo. Compiuto questo semplice passaggio, sarete pronti per iniziare a far monitorare la vostra attività a Google Fit!

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963