google stadia Fonte foto: David Marin Foto / Shutterstock.com
VIDEOGIOCHI

Google Stadia, arriva il supporto per nuovi smartphone Android

La piattaforma videoludica di Big G arriva anche su smartphone Android differenti dai Pixel. Entro fine anno attesi 120 nuovi titoli

Con un tweet pubblicato sul profilo ufficiale di Google Stadia, il colosso di Mountain View annuncia finalmente il supporto per la piattaforma di game streaming su una serie di smartphone Android diversi dai Pixel. Inizialmente, infatti, Stadia era disponibile solo per i Google Pixel 2, 3 e 4.

A partire dal prossimo 20 febbraio Stadia sarà disponibile per i dispositivi Razer, Asus e Samsung. In particolare, il servizio videoludico online lanciato dall’azienda californiana sarà supportata anche dai seguenti smartphone Android: Razer Phone e Razer Phone 2, ASUS ROG Phone, ASUS ROG Phone II e Samsung Galaxy S8, S8 +, S8 Active, Note 8, S9, S9, Note 9, S10, S10E, S10 +, Note 10, Note 10+, S20, S20 +, S20 Ultra.

Cosa serve per giocare con Stadia su smartphone

Ovviamente, oltre a disporre di uno dei telefoni Android compatibili per accedere a Google Stadia, bisognerà avere a propria disposizione una rete Wi-Fi stabile e veloce, nonché l’abbonamento alla piattaforma di gaming online.

Quanto costa Google Stadia

Il “modell” Google Stadia si basa su sistema molto simile a quello inaugurato da Netflix. All’utente è richiesta la sottoscrizione di un abbonamento mensile con il quale ha a propria disposizione alcuni videogame presenti sulla piattaforma. Il costo dell’abbonamento è di 9,99 euro al mese per accedere alla piattaforma e ad alcuni dei titoli presenti nella libreria di Google Stadia. A differenza di Netflix, però, su Google Stadia sarà possibile acquistare anche i singoli videogame, così da personalizzare la libreria dei titoli giocabili in streaming con il servizio di Big G.

Google Stadia: cosa aspettarsi per il futuro

Per ora, però, Google Stadia stenta a decolla, con gli utenti che lamentano scarsi aggiornamenti e un numero limitato di giochi. Un problema, quest’ultimo, che dovrebbe essere risolto nell’anno in corso: secondo Google dovrebbero arrivare ben 120 titoli entro il 2020. Oltre alla libreria, gli utenti Stadia chiedono il lancio di un abbonamento gratuito, il supporto di Google Assistente e la possibilità di effettuare lo streaming in diretta su YouTube delle proprie sessioni di gioco.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963