google translate Fonte foto: dennizn / Shutterstock.com
APP

Google Translate, migliora la qualità delle traduzioni offline

Google ha rilasciato un aggiornamento per la sua applicazione di traduzione: ecco quali sono le novità e cosa cambia per gli utenti

Chi non ha mai sognato di viaggiare in un Paese straniero e conversare senza problemi affidandosi totalmente a Google Translate? Alcuni ci hanno anche provato, trovando delle difficoltà quando, nel bel mezzo della conversazione, si trovavano improvvisamente offline.

Non sempre, durante un viaggio, si ha a disposizione una connessione veloce. In questi casi, ci si deve affidare al servizio offline offerto da Google. Questo purtroppo si rivela meno preciso e più lento, finendo per rovinare l’esperienza d’uso del traduttore. Almeno fino ad ora: infatti l’azienda di Mountain View ha rilasciato un aggiornamento del servizio, dove viene migliorato il supporto offline. La traduzione offline di Google Translate è ora più veloce e di qualità. Inoltre, sono state introdotte ben 59 lingue, un vero e proprio regalo a chi ama viaggiare e scoprire nuovi luoghi senza avere l’incubo di imparare quante più espressioni e parole possibili prima di partire.

Google Translate: perché ora puoi usarlo anche offline?

Quando si viaggia, è frequente avere dei momenti in cui la connessione sparisce. Secondo la Legge di Murphy, in quei due minuti si ascolta o si legge una frase sconosciuta che bisogna tradurre immediatamente. Fino ad oggi, affidarsi a Google Traduttore offline era un problema: la traduzione non era accurata quanto quella online e spesso sbagliava completamente il vocabolario. Ora però è uscito un aggiornamento che permette di scovare nuove parole anche in mancanza di connessione.

La società di Mountain View ha annunciato la novità nel suo blog ufficiale: le lingue disponibili ora sono 59 e la traduzione offline è migliorata del 12%. In particolare, si è lavorato sulla grammatica, sulla scelta più accurata dei vocaboli in base al contesto e sulla struttura delle frasi, che ora è più fluida.

Per alcune lingue, come il giapponese, il coreano, il tailandese, il polacco e l’hindi la qualità è migliorata addirittura del 20%. Ciò significa che avventurarsi in questi Paesi sarà più facile perché si avrà a disposizione un’app che tradurrà in modo più preciso e scorrevole le espressioni straniere, sia online che offline.

Google Translate: tutti i miglioramenti in vista

Oltre a incrementare il livello delle traduzioni offline, Google ha lavorato anche per migliorare lo spelling: spesso davanti ad una parola straniera si hanno dei dubbi sulla pronuncia, ma ora Translate offre una traslitterazione basata sull’ortografia dell’alfabeto di partenza, che rende più facile la lettura.

Secondo quanto detto dall’azienda, gli aggiornamenti dovrebbero già essere accessibili per gli utenti Android e iOS. Per utilizzare la nuova versione, basta accedere all’applicazione e scaricare l’aggiornamento oppure accedere alle Impostazioni di traduzione offline e scaricare gli aggiornamenti da lì.

Oltre al miglioramento della qualità, Google Translate sta testando nuove funzioni, una di queste si chiama flashcard e permette di salvare alcune espressioni preferite. Questa caratteristica, attualmente in fase di testing, è stata individuata dallo sviluppatore Jan Manchun Wong. La particolarità è che, con questa funzione, Google potrebbe entrare ufficialmente in concorrenza con le app per apprendere lingue straniere più famose come Babbel e Duolingo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963