smarthpone huawei Fonte foto: Framesira / Shutterstock
ANDROID

Huawei P50, il top di gamma senza Android sta arrivando

Il prossimo top di gamma del gigante cinese è in rampa di lancio: ecco come sarà la famiglia di smartphone Huawei P50 e quanto sarà potente.

La serie P50 di Huawei è quasi in dirittura di arrivo. In attesa di comunicazioni ufficiali da parte della casa produttrice, aumentano in rete le indiscrezioni relative a quelle che saranno le caratteristiche degli attesissimi dispositivi della casa di produzione cinese che, per la prima volta, potrebbe arrivare senza Android.

Le ultime informazioni in ordine di tempo sugli smartphone di quella che sarà di fatto la nuova serie top di gamma di Huawei riguardano i render, attraverso i quali è stato possibile avere uno sguardo più approfondito su quello che sarà il design che caratterizzerà gli smartphone P50, ovvero P50, P50 Pro e P50 Pro Plus. A fare da trait d’union tra tutti i modelli è il display, con curvature agli angoli per il modello base, uno schermo a cascata per il P50 Pro e curvatura prevista su tutti i bordi per il Pro Plus. A destare più curiosità, però, è senza dubbio la questione del sistema operativo, così come delle caratteristiche tecniche sulle quali ancora si sa poco o nulla.

Huawei P50, le probabili caratteristiche tecniche della serie

Dai rumors diffusi in rete, la serie top di gamma della casa cinese dovrebbe puntare tutto sul processore proprietario da 5nm Kirin 9000, già visto in azione sul Mate 40 Pro. Praticamente quasi al livello dei nuovi Snapdragon 888 di Qualcomm ed Exynos 2100, si tratta di un octa-core che sfrutta tre core, tra cui il primario, con architettura Cortex-A77 a 3,13 GHz, affiancato da tre Cortex-A77 a 2,54 GHz e quattro core Cortex-A55 a 2,05 GHz (architettura 1+3+4).

Le altre informazioni finora trapelate fanno poi riferimento alla configurazione della memoria dei dispositivi. La linea P50 dovrebbe essere disponibile con diversi tagli di memoria RAM, da 6GB, 8GB e 12GB; anche lo spazio di archiviazione interno dovrebbe differire, con due proposte rispettivamente da 128GB e 256GB.

Oltre alla parte strettamente relativa al design, qualche rumor comparso in rete parla di uno schermo OLED da 6.6 pollici, con risoluzione QHD+ e frequenza di aggiornamento a 120Hz. In ogni caso, questo dato potrebbe essere limitato alla versione Pro del P50 e, di conseguenza, potrebbe non riguardare tutti gli altri modelli della gamma.

Huawei P50, da Android a Harmony OS?

È sicuramente il punto focale per quanto riguarda la serie P50: ovviamente parliamo del sistema operativo del quale, a oggi, poco o nulla si sa. Gli unici leak al momento disponibili parlano di una versione dedicata al mercato cinese esclusivamente con Harmony OS, il sistema operativo proprietario di Huawei, mentre per gli altri l’idea di base dovrebbe essere quella di un dispositivo disponibile in entrambe le versioni.

Se ciò appare però improbabile, è necessario sottolineare come Harmony OS, annunciato nella seconda parte del 2019 e giunto alla versione 2.0 per smartphone, avrebbe molto in comune con Android. Infatti sono molti gli sviluppatori in rete che, secondo le verifiche effettuate sulla versione beta di Harmony, hanno confermato le similitudini tra i due sistemi operativi.

Huawei ha prontamente smentito l’informazione, sottolineando con forza come non si tratta di una copia di Android né, tantomeno, di iOS. Per ulteriori conferme in merito, dunque, non resta che attendere le prime prove di utilizzo che, visti i tempi, potrebbero arrivare già nei prossimi mesi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963