Libero

Instagram ha perso l'anima

Dal fondatore del social una critica spietata per ciò che è diventata l'app negli ultimi anni: Instagram non ha più l'anima e gli utenti finiranno per andarsene

Pubblicato:

Instagram verifica l'età Fonte foto: Rohappy/Shutterstock

Anche i social cambiano e, a volte, diventano qualcosa di molto diverso da ciò che erano in origine. Instagram ne è un esempio, a detta del suo stesso fondatore Kevin Systrom che, nel 2010, ha creato Instagram insieme a Mike Krieger per poi venderlo a Meta (che all’epoca si chiamava ancora Facebook Inc.) nel 2012 per 1 miliardo di dollari. A detta di Systrom, che ha parlato di Instagram nel corso di una intervista con la giornalista americana Kara Swisher, Meta avrebbe modificato così tanto l’idea originale di Instagram da far perdere l’anima al social. Systrom e Krieger, lo ricordiamo, sono rimasti in azienda fino al 2018 anno in cui i dissidi con Meta sono diventati insanabili.

Social senz’anima

Il problema di Instagram, secondo Systrom, è nel modello di business: Meta avrebbe puntato tutto sul targeting degli annunci pubblicitari e, di conseguenza, sul prodotto. Oggi, infatti, Instagram è piena di prodotti di ogni tipo e molto povera di contenuti artistici o personali, che erano quelli che in origine dovevano rappresentare il senso stesso del social.

Systrom ammette che tutto ciò è un bene per Meta, che guadagna molto di più da Instagram, ma precisa anche che questa impostazione causa, alla lunga, l’allontanamento dell’utente medio, che in questa logica di business è emarginato rispetto alle aziende e ai creator.

Vita da influencer

Sempre secondo Systrom, poi, ci sarebbe un secondo problema derivante dall’attuale modello di business di Instagram e sarebbe un problema culturale.

Poiché su Instagram si guadagna mostrando prodotti di ogni tipo, gli influencer conducono delle vite a dir poco stravaganti, in mezzo ad un lusso artificiale che, poi, l’utente medio vorrebbe raggiungere ma non può.

Meglio BeReal

Dopo aver criticato Instagram, Systrom ha elogiato BeReal. La nuova app social che chiede ai suoi utenti di scattarsi foto “a sorpresa” e senza organizzare un set (cosa che ormai è la prassi su Instagram) starebbe cercando di salvare almeno in parte l’idea originale di Instagram.

Non stupisce, d’altronde, che i primi utenti di BeReal sono stati proprio i delusi da Instagram.

TAG:

Libero Shopping