Libero
Instagram creator Fonte foto: Shutterstock

Instagram taglia le ricompense: creator sul piede di guerra

Instagram sta cambiando le regole del suo programma di remunerazione dei contenuti con più visualizzazioni: i creator ora prendono molto meno e non ci stanno

Il mondo dei social ha fame di contenuti e senza post, foto e video, le piattaforme sarebbero un luogo deserto e privo di interesse, soprattutto commerciale. Ne sanno qualcosa i creator di Instagram che qualche mese fa si sono visti prendere per la gola, meglio per le tasche, quando Meta ha iniziato ad attirarli con una pioggia di dollari. Con l’obiettivo di tenerli alla larga da TikTok. Ebbene, il programma Reels Play Bonus lanciato lo scorso luglio, che prometteva pagamenti tra i 600 e i 35 mila dollari agli autori dei Reels, sembra essersi sgonfiato.

Come riferisce il Financial Times, infatti, Meta starebbe riducendo i bonus e ovviamente i creator non sono affatto contenti. Secondo il prestigioso giornale diversi creator iscritti al programma di riconoscimento delle visualizzazioni e pagamento sotto forma di bonus affermano che Instagram ha ridotto i pagamenti fino al 70% nelle ultime settimane. Inoltre, sarebbero anche cambiate le condizioni contrattuali: Meta ha anche alzato la soglia di visualizzazioni minime che dà diritto al riconoscimento del bonus: ora è più di dieci volte superiore a prima. Infatti, uno dei creatori che inizialmente avrebbe potuto incassare 35.000 dollari come compenso per aver raggiunto 58 milioni di visualizzazioni afferma che Instagram ora richiede 359 milioni di visualizzazioni per lo stesso importo. Instagram non ha fornito alcuna informazione ufficiale sul pagamento rivisto e non ha avvisato i creatori del cambio degli obiettivi.

Creator e social: idee contro soldi

I creator ovviamente non ci stanno. Soprattutto perché avrebbero anche notato sui Reels un significativo calo del coinvolgimento (engagement, una delle metriche più importanti) poiché l’algoritmo di Instagram avrebbe favorito i caroselli di immagini.

Il Financial Times ha chiesto chiarimenti a Meta e un portavoce ha semplicemente detto che la società sta testando Reels Play su Instagram e Facebook, il che significa che i pagamenti dei bonus potrebbero fluttuare a causa di una revisione dei listini di pagamento. Ciò accade poiché, sempre secondo quanto ha riferito il portavoce, l’obiettivo sia di garantire che i bonus arrivino effettivamente ai migliori Reels.

Creator: da Meta a TikTok

Instagram ha introdotto il programma Reels Play Bonus come incentivo per per premiare i creatori di video, ma soprattutto per evitare fughe su TikTok. La riduzione dei pagamenti, dunque, si presenta come una scelta che potrebbe mettere in pericolo la presenza dei creator sulla piattaforma di Meta e causare una migrazione di massa su TikTok o ad altre alternative come YouTube Shorts e Snapchat.

Ricordiamo che TikTok, YouTube Shorts e Snapchat offrono tutte un piano di incentivi economici simili per mantenere i creatori sulle rispettive piattaforme, sebbene con tariffe e regole diverse tra loro.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963