Libero
SMART EVOLUTION

Anche Italia 1 e Canale 5 cambiano codifica: a breve solo in HD

Sul digitale terrestre i canali minori di RAI e Mediaset a breve si vedranno solo in HD, ma sono in arrivo importanti novità anche per Italia 1 e Canale 5 sul digitale satellitare

Fine 2021 di cambiamenti profondi per la TV italiana, finalmente entrata nella prima fase tecnica dello switch off dal vecchio al nuovo standard digitale, sia terrestre che satellitare. Dopo l’annuncio del passaggio alla codifica Mpeg-4 per 19 canali “minori“, e di una manciata di radio, di RAI e Mediaset ora arriva una novità che avrà un impatto ben maggiore su alcuni telespettatori perché riguarda due canali dai grandi ascolti: Italia 1 e Canale 5.

Le due reti principali di Mediaset, come già sappiamo, sono escluse dalla modifica tecnica del 20 ottobre e, sul digitale terrestre, continueranno ad essere trasmesse con il vecchio standard Mpeg-2. Lo stesso, però, non si può dire anche sul digitale satellitare di tivùsat, la piattaforma gratuita che ritrasmette, via satellite, gli stessi canali del digitale terrestre (più qualche altro canale, trasmesso in esclusiva). Su questa piattaforma, infatti, a breve le due ammiraglie Mediaset saranno trasmesse soltanto con risoluzione HD: addio ai canali con risoluzione standard, che verranno spenti, ma addio anche a Italia 1 e Canale 5 per alcuni utenti del servizio, dotati di una TV molto datata.

Italia 1 e Canale 5 solo HD: quando

Il passaggio di Italia 1 al solo HD su tivùsat avverrà prestissimo: il 1° novembre, tra appena tre settimane. Ci sarà più tempo, invece, per Canale 5 che spegnerà il canale in risoluzione standard solo il 1° gennaio 2022.

Anche in questo caso il cambio di risoluzione è contestuale al cambio di codec: da Mpeg-2 ad Mpeg-4. Non si tratta dei primi due canali di Mediaset che passano all’Mpeg-4 e alla risoluzione HD, perché già a giugno lo stesso era avvenuto per Rete 4, altra rete dai grandi ascolti.

Italia 1 e Canale 5 solo HD: chi deve cambiare TV

Chi è già un utente tivùsat su satellite, e oggi vede senza problemi Rete 4, non avrà quindi alcun problema né il primo novembre con Italia 1 né il primo gennaio 2022 con Canale 5: lo standard e la risoluzione sono gli stessi, se si vede Rete 4 si vedranno anche Italia 1 e Canale 5.

In linea di massima sono compatibili con l’Mpeg-4 e l’alta risoluzione tutte le televisioni e tutti i decoder dotati dei bollini tivùsat HD, tivùsat 4K, lativù e lativù 4K. Chi non è dotato di apparecchiature di questo tipo dovrà aggiornare TV o decoder.

In tal caso la scelta più azzeccata sarà quella di comprare una nuova TV HD o 4K con doppio decoder integrato, sia digitale terrestre DVB-T2 che digitale satellitare DVB-S2.

Tutte le TV moderne con doppio decoder oggi in vendita, infatti, sono pienamente compatibili con la risoluzione HD, l’Mpeg-4 e non avranno alcun problema né a novembre, né a gennaio 2022 e nemmeno a gennaio 2023, quando si cambierà di nuovo standard passando al futuro codec HEVC Main-10. Su queste TV, dotate di slot per la CAM e bollino, potremo usare senza problemi la card tivùsat già in nostro possesso.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963