Jeff Bezos nello spazio: Richard Branson rischia di oscurarlo Fonte foto: Ipa/Ansa
SCIENZA

Jeff Bezos nello spazio: il progetto di Richard Branson rischia di oscurarlo

Mentre il fondatore di Amazon andrà tra le stelle sul suo New Shepard il 20 luglio, il patron di Virgin Galactic tenta il sorpasso nell'ambito del turismo spaziale ed è pronto a partire l’11 luglio

Nella sfida alla conquista dello Spazio tra Jeff Bezos ed Elon Musk si inserisce un terzo incomodo che rischia di oscurare entrambi i super imprenditori: si tratta di un altro geniale business man, sir Richard Branson, il patron della compagnia spaziale Virgin Galactic. Il fondatore del Virgin Group sarà il primo "turista" tra le stelle. Con il suo razzo Unity partirà l’11 luglio, superando il collega di Amazon che invece ha in programma di partire con il fratello e altre due persone sul suo New Shepard il 20 luglio. Entrambi i progetti, di Branson e di Bezos, sono rivolti a sperimentare la possibilità di introdurre voli spaziali commerciali e quindi di aprire il mercato del turismo nello spazio.

Il volo su Unity di Richard Branson

L’11 luglio il sir inglese 70enne sarà uno dei passeggeri del razzo Unity, sviluppato negli Usa per quasi due decenni dalla compagnia Virgin Galactic. Il veicolo può raggiungere un’altitudine di 90 km e offre, a chi è a bordo, alcuni minuti di assenza di gravità e una visione della curvatura della Terra. Circa 600 persone hanno già depositato la caparra per effettuare un futuro viaggio su Unity. Questo significa che c’è molta attesa sull’esito del volo di Branson che potrebbe portare, in seguito, alla realizzazione di un vero e proprio volo commerciale spaziale. Per il costo del biglietto si parla di anche 250mila dollari, circa 211mila euro.

"Credo davvero che lo spazio appartenga a tutti noi. Dopo 17 anni di ricerca, ingegneria e innovazione, la nuova industria spaziale commerciale è pronta ad aprire l’Universo all’umanità e a cambiare il mondo per sempre", sono le parole di Branson sul suo progetto. Fondamentale per trasformare il sogno del fondatore della Virgin in realtà, è stata la concessione della licenza per i voli spaziali commerciali da parte della Federal Aviation Administration.

Tutto è pronto per la partenza del team della Virgin Galactic l’11 luglio, anche se il volo potrebbe essere ritardato a causa delle condizioni meteorologiche o se si dovessero riscontrare problemi tecnici. Se Branson riuscirà realmente a partire in questa data, l’evento segnerà un grandissimo sorpasso rispetto al competitor Jeff Bezos.

Il volo sul New Shepard di Jeff Bezos

Il fondatore di Amazon, proprio dal 5 luglio, in occasione del 27esimo anniversario del colosso delle vendite online, ha lasciato la sua azienda nelle mani del suo braccio destro, Andy Jassy, che ha assunto la carica di amministratore delegato. Bezos resterà presidente esecutivo, ma è ormai proiettato al nuovo progetto dei voli nello Spazio. La partenza è fissata per il 20 luglio con tre altre persone che si uniranno a lui sul New Shepard: il fratello Mark, una misteriosa persona che ha comprato all’asta il biglietto per la cifra di 28 milioni di dollari e la famosa aviatrice 82enne Wally Funk.

Stefania Bernardini

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963