netflix app Fonte foto: Teerasan Phutthigorn / Shutterstock.com
APP

L'abbonamento Netflix potrà essere messo in pausa

Netflix sta testando una nuova funzione che permette di sospendere l'abbonamento per un tempo massimo di 10 mesi. Ecco come funziona

A maggio di quest’anno Netflix ha iniziato a disattivare gli account inattivi da oltre un anno, per impedire agli abbonati di pagare per un servizio che non usano. Il colosso dello streaming ora testa un’ulteriore opzione per mettere in pausa un abbonamento in corso e riprenderlo successivamente, entro un tempo massimo di 10 mesi.

In precedenza era possibile solo cancellare l’abbonamento e riavviarlo quando lo si preferiva, ma c’erano dei limiti in più rispetto a questo tipo di sospensione. Con la possibilità di mettere in pausa l’abbonamento, che ricordiamo è ancora una funzione in fase di test e non disponibile per tutti, l’utente può decidere in modo più sereno se e quando tornare a usare il servizio di streaming ma entro un tempo massimo, oltre il quale l’abbonamento sarà comunque trattato come inattivo. Non è la prima volta che Netflix sperimenta qualcosa del genere: agli esordi del servizio era possibile mettere in pausa il proprio abbonamento per un periodo compreso tra 7 e 90 giorni. Poi questa possibilità fu eliminata.

Come mettere in pausa l’abbonamento Neflix

La pausa per l’abbonamento è al momento in fase di test. Per usufruire di questa funzione gli abbonati devono accedere alle impostazioni dell’account, dove troveranno il pulsante “Metti in pausa“. Facendo clic sul pulsante verranno indirizzati ad un’ulteriore pagina di conferma in cui Netflix li informerà che la modifica entrerà in vigore alla fine del periodo di fatturazione corrente, e che il tempo massimo di sospensione è di 10 mesi. Oltre i 10 mesi, infatti, Netflix tratterà l’abbonamento come gli altri inattivi e lo interromperà.

Cancellare o mettere in pausa l’abbonamento?

La domanda che molti si fanno, a questo punto, è quale sia la differenza tra cancellare un abbonamento Netflix e metterlo in pausa. La risposta è semplice: se l’abbonamento è in pausa Netflix mantiene tutti i profili, le preferenze, la cronologia delle visualizzazioni e le informazioni di fatturazione.

Se l’abbonamento è cancellato tutto questo viene eliminato e, se l’utente vorrà tornare su Netflix, dovrà iniziare da zero. C’è anche una motivazione psicologica dietro tutto questo: se l’utente sa che può tornare e ritrovare tutti i suoi dati è più propenso a farlo, mentre se deve ricominciare da zero probabilmente non lo farà.

TAG:

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963