linkedin Fonte foto: wichayada suwanachun / Shutterstock.com

LinkedIn cambia le regole: ecco come farsi trovare facilmente

Il social per professionisti di proprietà di Microsoft ha recentemente cambiato il suo algoritmo e spiega agli utenti come aumentare le visualizzazioni dei post

4 Luglio 2019 - Forse non lo sai, ma dietro quello che vedi nel tuo feed di LinkedIn non c’è un semplice ordine cronologico, ma complessi algoritmi che decidono quali sono i post più adatti a te. Se vuoi farti notare su LinkedIn, quindi, dovresti conoscere le basi del funzionamento di questi algoritmi e cosa è importante per questo social.

Il team di ingegneri della rete social di proprietà di Microsoft ha spiegato per grandi linee come funziona il feed di LinkedIn, spiegando così alcune modifiche agli algoritmi che dovrebbero riuscire a selezionare ancor meglio i contenuti che il feed ti mostra. E il feed, si sa, è dove puoi conquistarti la visibilità che può potarti ad un salto nella tua carriera professionale. Ma come funziona il flusso dei contenuti che vengono mostrati a te, e agli altri, su LinkedIn? Il feed, spiegano gli ingegneri, viene messo insieme tramite un procedimento a due passaggi successivi.

Il machine learning

Nei meandri del feed gira silenziosamente un algoritmo di apprendimento automatico che lavora per identificare le migliori conversazioni per ogni membro. Questo algoritmo analizza decine di migliaia di post e li classifica per pertinenza (con i nostri interessi, le nostre esperienze, le oste preferenze imparate nel tempo). Il post più pertinente va nella parte superiore del feed.

Per riuscire a fare tutto ciò in così poco tempo, l’algoritmo funziona in due passaggi. Nel primo passaggio viene creata una lista preliminare di conversazioni candidate ad entrare nel feed: aggiornamenti dalla rete, consigli sul lavoro e contenuti sponsorizzati. Nel secondo passaggio questa lista viene scremata e LinkedIn ti fa vedere il feed definitivo.

In realtà durante ognuno di questi passaggi agiscono più algoritmi, ma oltre l’80% degli aggiornamenti dei feed proviene dall’algoritmo principale FollowFeed e tali aggiornamenti contribuiscono a oltre il 95% delle conversazioni dei membri.

Come avere visibilità su LinkedIn

Per facilitare le conversazioni professionali nel feed di LinkedIn, abbiamo introdotto il “contributo” come ulteriore obiettivo nel modello di selezione del candidato“, spiegano gli ingegneri del social confermando, sostanzialmente, ciò che già si sa: per avere successo su LinkedIn bisogna interagire con i contenuti prodotti o condivisi dagli altri utenti, partecipare alle discussioni, offrire i propri contributi. Più attività di questo tipo facciamo, più i nostri contenuti saranno inseriti nel feed degli altri utenti: “Il modello tiene anche conto del feedback tempestivo ai creatori di contenuti, che è un chiaro segnale per coltivare e fidelizzare il proprio pubblico su LinkedIn“.