Libero
mediatek dimensity 1300 Fonte foto: MediaTek
TECH NEWS

Mediatek Dimensity 1300 ufficiale: 5G e prestazioni a poco prezzo

Erede di un chip fortunatissimo, MEdiaTek Dimensity 1300 non fa altro che ottimizzarlo ulteriormente senza stravolgere il progetto: si prevede un successo

MediaTek ha presentato il suo nuovo chip Dimensity 1300 5G, già annunciato nelle settimane scorse in occasione del lancio dei Dimensity 8100/8000. La presentazione ufficiale del nuovo SoC è sintetica ma centra subito il punto: "è un chip dal design incredibilmente efficiente per una maggiore durata della batteria di tutti i giorni". Il successore del MediaTek Dimensity 1200 ha tutte le carte in regola per assicurare efficienza energetica e prestazioni, mantenendo però un costo contenuto.

L’azienda taiwanese ha annunciato quest’anno anche il Dimensity 9000, uno dei chip più potenti sul mercato, in grado di reggere senza troppi problemi il confronto con il chip Qualcomm Snapdragon 8 Gen 1 e l’A15 Bionic di Apple. L’anno scorso è stato introdotto il Dimensity 1200, un processore che ha ricevuto ottime recensioni e che ha persino fatto decidere ad aziende come OnePlus di inserirlo in OnePlus Nord 2, grazie alle prestazioni incredibili per la fascia di prezzo. Il nuovo Mediatek Dimensity 1300 dunque si presenta come l’erede di quel chip con alcune modifiche interessanti, ma senza sostanziali stravolgimenti. Tanto che c’è già qualcuno che definisce il Dimensity 1300 come una sorta di "1200+".

MediaTek Dimensity 1300: caratteristiche tecniche

Il processore MediaTek Dimensity 1300 non ha la tipica struttura del chip con 2 o 4 core per carichi pesanti e 2 o 4 core per carichi efficienti. Infatti l’architettura rimanda al predecessore MediaTek Dimensity 1200: 1+3+4 che si traduce in 1 core "Ultra" Cortex-A78 fino a 3 GHz, 3 core "Super" Cortex-A78 fino a 2,6 GHz e 4 core "Efficiency" Cortex-A55 fino a 2 GHz, a cui si va ad aggiungere la GPU a 9 core Arm, la Mali-G77 MC9 incluso il processo produttivo di TSMC a 6 nanometri.

Dimensity 1300 mantiene esattamente questo schema e persino le frequenze di lavoro, ma per alcuni dettagli non è identico a Dimensity 1200.

Dimensity 1300: cosa cambia per gli utenti

Grazie alla tecnologia "HyperEngine 5.0", questo chip sarà in grado di offrire prestazioni più elevate sui display ad alta frequenza di aggiornamento: supporta fino a 168 Hz con risoluzione FullHD+ il che dovrebbe offrire un’esperienza molto più fluida su dispositivi con schermi ad alta frequenza diaggiornamento. Inoltre migliora anche la latenza del WiFi e delle cuffie wireless.

Per quanto riguarda le fotocamere, questo dispositivo sarà in grado gestire sensori fino a 200 MP (sommando i pixel di tutti i sensori usati), di registrare in 4K con supporto HDR in modalità bokeh per più persone e anche in modalità ritratto con la fotocamera frontale, così come in modalità panorama con supporto notturno.

In termini di memoria, questo chipset supporterà fino a 16 GB di RAM con tecnologia LPDDR4x, oltre al supporto per storage UFS 3.1.

Come possiamo vedere, questo chip offre specifiche più focalizzate sulla fascia medio-alta (ma non ancora premium), e offrirà sicuramente un’esperienza molto appagante. Con questo, si prevede che più brand utilizzeranno il MediaTek Dimensity 1300, come il presunto OnePlus Nord 2T, che dovrebbe essere presentato a breve.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963