smartphone oppo fotocamera Fonte foto: Oppo
ANDROID

La fotocamera del futuro secondo Oppo

Oppo pronta ad innalzare la qualità dei suoi smartphone, che a giudicare dalle novità annunciate potrebbero essere dei cameraphone.

Oppo è un brand di fama mondiale in grande crescita, che nel corso degli anni ha dimostrato di produrre smartphone di grande qualità su ogni segmento di mercato. Un gran contributo è arrivato dalla controllata Realme, che negli ultimi tempi ha svolto un gran lavoro in termini di rapporto qualità prezzo (e di innovazione, come con la ricarica magnetica MagDart).

Oppo ha quindi “sguinzagliato" Realme a presidiare la fascia medio bassa del mercato, agendo invece in prima persona su quelle più alte dove la competizione è su alti livelli grazie anche al lavoro della concorrenza. Così Oppo è costretta, come i competitor, a spingere sul pedale della qualità in ogni settore, anche quello fotografico in cui peraltro negli anni ha dimostrato di essere a proprio agio. Risale al 2019 ad esempio Oppo Reno 10x zoom, revisione del best seller Oppo Reno che come suggerisce il nome aveva tra le sue caratteristiche peculiari la possibilità di eseguire un ottimo zoom ottico. Oppo insomma ha sempre mostrato un’attitudine quasi innata a produrre dei cameraphone, e a giudicare da quanto annunciato alla Future Imaging Technology Conference non ha intenzione di fermarsi.

Lo zoom ottico continuo di Oppo

Tra le diverse novità annunciate, Oppo ha anticipato che porterà sul mercato una tecnologia a zoom ottico continuo per migliorare ulteriormente la qualità fotografica proposta agli utenti, fino ad un livello “paragonabile a quello di una fotocamera professionale", dice l’azienda. I prossimi smartphone Oppo quindi sarebbe bene chiamarli “cameraphone", a giudicare dalle premesse.

Lo zoom ottico continuo sviluppato da Oppo permetterà di ottenere ingrandimenti senza perdite di qualità all’interno del range che va da 85 a 200 mm di lunghezza focale equivalente. Per dare una dimensione ai numeri, assumendo la lunghezza focale equivalente della fotocamera principale di Oppo Find X3 Pro che è da 26 mm (ma, sia chiaro, si potrebbe prendere ad esempio la fotocamera di qualsiasi altro smartphone), con la nuova tecnologia di Oppo si potrebbero ottenere zoom senza perdite di qualità da oltre 3x a quasi 8x.

La dicitura senza perdite di qualità utilizzata da Oppo presume di solito che una parte dell’ingrandimento venga eseguito con lo zoom ottico, mentre la parte restante grazie allo zoom digitale. Uno zoom ibrido insomma, con la parte elettronica che viene utilizzata finché non subentra una perdita di qualità dell’immagine. Insomma, senza sfociare nei tecnicismi è bene sapere che non si tratta di uno zoom puramente ottico, ma di una soluzione che fornisce delle immagini con ingrandimenti molto spinti senza incidere sulla qualità dello scatto.

Il filtro RGBW di Oppo

Non di solo zoom però ha parlato Oppo. L’azienda vuole produrre dei cameraphone a tutto tondo, in grado di rendere al meglio in ogni condizione ed in ogni “specialità". Tra le novità ci sono lo stabilizzatore ottico a cinque assi, per avere foto meno mosse e video professionali, ed il filtro RGBW.

Quest’ultimo aggiunge il bianco ai classici rosso, blu e verde: in questo modo, dice Oppo, arriva più luce al sensore e si riduce il rumore in condizioni condizioni di scarsa luminosità, ossia proprio quello che chiunque vuole evitare scattando al chiuso o di sera.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963