pixel 3 Fonte foto: Bluebox Photography / Shutterstock.com
SMART EVOLUTION

Pixel 3 e Pixel 3XL, ancora problemi con la batteria: cosa succede

Sono ormai decine le segnalazioni di problemi con la batteria del Pixel 3 e Pixel 3XL. Un problema già conosciuto e che si era manifestato anche con Nexus 6P

14 Novembre 2019 - A poco più di un anno dal lancio dei Pixel 3 e Pixel 3 XL, l’ex top di gamma di casa Google sembra avere qualche problema di batteria. Un problema, tra l’altro, che ricorda molto quello già visto qualche anno fa sul Nexus 6P prodotto da Huawei.

Le prime segnalazioni di questo problema risalgono già ad aprile di quest’anno e si stanno facendo sempre più frequenti. Google al momento non sembra ammettere che le batterie dei Pixel 3 hanno problemi e continua a chiedere ai suoi utenti di fare il reset alle impostazioni di fabbrica o di fare il reboot in safe mode. Il timore di Google è quello di essere coinvolta in una nuova class action, simile a quella intentata nel 2017 da molti possessori americani del Nexus 6P. La casa di Mountain View ha proceduto a sostituire in garanzia alcuni smartphone, ma ci sono utenti che affermano che anche i dispositivi inviati in sostituzione sono difettosi.

Pixel 3: che problemi ha la batteria?

Il problema della batteria dei Pixel 3 e 3 XL sembra sempre lo stesso, ritorna identico in ogni segnalazione: quando lo smartphone segnala una carica residua del 20-30%, improvvisamente si scarica in maniera troppo veloce. Certe batterie, invece, manifestano il problema quando arrivano al 15% di carica. Alcuni utenti dichiarano di aver visto scendere la carica in tempo reale, quasi fosse un countdown. In tutti i casi segnalati in circa sessanta minuti la batteria va a zero e lo smartphone si spegne. Il problema si verifica anche in safe mode, quindi non è causato da alcuna impostazione o app in particolare.

La risposta di Google

Sul suo supporto online Google consiglia ai possessori di Pixel 3 con batteria difettosa una serie di manovre, come il reset ai dati di fabbrica o l’avvio in safe mode. Ma il problema rimane quasi sempre. Alcuni utenti sono riusciti ad ottenere la sostituzione del dispositivo, ma a volte il problema si verifica anche sul dispositivo inviato in sostituzione di quello difettoso. Molto probabilmente ciò è dovuto al fatto che Google, in caso di sostituzione del device in garanzia, invia un dispositivo ricondizionato e non uno nuovo nonostante i Pixel godano di una garanzia di due anni e nonostante il fatto che tale garanzia non venga prolungata in caso di sostituzione di un dispositivo difettoso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963