Libero
Presto potrebbe sciogliersi il Ghiacciaio dell'Apocalisse Fonte foto: iStock
SCIENZA

Presto potrebbe sciogliersi il Ghiacciaio dell'Apocalisse

Grande come la Gran Bretagna, si trova in Antartide ed è un serio rischio per tutto il Pianeta: il Ghiacciaio dell'Apocalisse rischia di sciogliersi

La comunità scientifica ne è certa: quella climatica è la vera crisi che il nostro mondo deve affrontare ora e nei prossimi anni. Un gruppo di scienziati ha calcolato la data in cui il nostro mondo sarà inabitabile. Secondo qualcuno è già troppo tardi, e i segnali sono sempre più evidenti: scompaiono le foreste, gli animali si ammalano, fa sempre più caldo. E ora, anche un enorme ghiacciaio in Antartide rischia di scomparire.

Il Ghiacciaio dell’Apocalisse

Spesso le notizie più allarmanti sullo scioglimento dei ghiacci arrivano da Nord, dalla zona dell’Artico. Più difficilmente si sente parlare di grandi disfacimenti a sud perché, a differenza dell’Artico che è fatto di ghiaccio più o meno semovente, l’Antartide è un vero e proprio continente.

Questa volta però è diverso: una notizia preoccupante viene proprio dall’estremo Sud, perché si sta sciogliendo una delle piattaforme di ghiaccio che protegge il cosiddetto “Ghiacciaio dell’Apocalisse” o “del Giorno del Giudizio” – in inglese, “Doomsday Glacier”. Il nome ufficiale è Ghiacciaio Twhaites.

Si tratta di un’importantissima difesa contro l’aumento globale del livello dei mari, che si trova nella parte occidentale dell’Antartide, è grande come la Gran Bretagna e rischia di frantumarsi nei prossimi 3-5 anni. Lo dimostrano alcune foto satellitari scattate il mese scorso.

Il rischio di scioglimento

Il nome viene proprio dal grave rischio che rappresenterebbe se un giorno dovesse davvero sciogliersi: si tratterebbe di miliardi di tonnellate di ghiaccio nel mare, che potrebbero portare a cambiamenti irreversibili in tutto il Pianeta.

Già oggi è responsabile del 4% dell’innalzamento annuo globale del livello del mare, perché perde 50 miliardi di tonnellate di ghiaccio ogni anno.

Se dovesse sciogliersi, le comunità costiere di tutto il mondo sarebbero in pericolo, così come le piccole nazioni insulari. Ma il glaciologo dell’Università del Colorado Ted Scambos rassicura, parzialmente: “ci vorranno decenni prima che il mondo veda una vera accelerazione nello scioglimento di questo ghiacciaio: ma i suoi risultati saranno comunque drammatici e misurabili, e questo è preoccupante”.

Quella che oggi è più a rischio è la barriera di ghiaccio che difende il Thwaites. E sicuramente non aiuta il costante aumento della temperatura dei mari di tutto il mondo.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963