Libero
Redmi Note 11 Pro+ 5G Fonte foto: Redmi
ANDROID

Redmi Note 12 punterà tutto sulla super ricarica

Le prime indiscrezioni sull'attesa gamma Redmi Note 12 ci dicono che conterà su un modulo fotografico con tre sensori ed una ricarica molto veloce.

Il Redmi Note 12, uno degli smartphone Xiaomi di fascia media più attesi del 2022, è ormai vicinissimo al lancio sul mercato cinese. Il telefono, che dovrebbe approdare entro fine anno anche in Europa, secondo gli ultimi rumor avrà una caratteristica tecnica che lo porrà una spanna sopra la concorrenza: una ricarica velocissima, ai livelli di quella dei migliori top di gamma 2022.

Redmi Note 12: la super ricarica

Il noto (e solitamente affidabile) tipster Digital Chat Station ha dichiarato che il Redmi Note 12 avrà la ricarica rapida a 120 W. Questa tecnologia è presente sul Redmi Note 11 Pro+ (in foto) già in vendita e dovrebbe "scendere" anche su altri smartphone di fascia media del colosso Xiaomi, in arrivo nel 2023.

Il leaker afferma anche che saranno inclusi nella confezione del telefono sia il cavo USB che l’adattatore, in modo che l’utente possa iniziare subito a usare la super ricarica senza dover comprare un caricatore a parte. La ricarica a 120 W, inoltre, dovrebbe essere in grado di portare la batteria del Redmi Note 12 da 0 al 100% in 20 minuti. E ciò, fatti due calcoli a spanne, lascia intuire che la batteria del telefono sarà da 4.500-5.000 mAh.

Lo smartphone, stando sempre a quanto dichiarato da Digital Chat Station, dovrebbe avere un design rettangolare e simile all’attuale generazione di Redmi Note 11. Inoltre, la fotocamera principale del Redmi Note 12 potrebbe essere da 50 MP, accompagnata da una seconda lente macro da 2 MP e una ultra grandangolare da 8 MP.

Redmi Note 12: come sarà

Da queste prime indiscrezioni, dunque, Redmi Note 12 si preannuncia degno successore dell’attuale Note 11, disponibile in una gran quantità di varianti: Redmi Note 11, Redmi Note 11S, Redmi Note 11 Pro e Redmi Note 11 Pro 5G. Tutti questi smartphone sono telefoni di fascia media e medio-bassa, che puntano su un prezzo vantaggioso e una grande batteria.

Due caratteristiche che, notoriamente, attraggono il pubblico più giovane che non può spendere molto e che usa il telefono in modo molto intenso e prolungato. Xiaomi Redmi 12, a questo pubblico, offrirà una ricarica molto veloce in modo da poter prolungare ulteriormente l’autonomia dopo pochissimi minuti di ricarica cablata.

Non sappiamo, però, se Redmi vorrà mettere un po’ di pepe nella scheda tecnica di questo modello usando un chip dalle prestazioni più elevate: l’attuale Redmi Note 11 ha un processore Snapdragon 680, Redmi Note 11S e Redmi Note 11 Pro hanno il chipset Mediatek Helio G96, Redmi Note 11 Pro 5G ha sotto il cofano il processore Snapdragon 695.

Sono tutti processori di fascia medio-bassa, che quest’anno potrebbero essere sostituiti dal nuovo Qualcomm Snapdragon 6 Gen 1, appena presentato.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963