Libero
Rete Internet lunare, da oggi è possibile Fonte foto: 123RF
SCIENZA

Rete Internet sulla Luna: quello che sembrava impossibile oggi è realtà

Aquarian Space è la società che sta credendo con forza e convinzione nel progetto di una rete Internet, potente e utile, sul nostro satellite

La società attuale non è più abituata a compiere un passo senza l’ausilio del web. La rete Internet è praticamente ovunque ma la sua presenza non sembra essere abbastanza, tanto è vero che i collegamenti potrebbero presto riguardare persino lo spazio. Si tratta dell’iniziativa portata avanti da Aquarian Space, un progetto embrionale ma promettente.

In poche parole, sono stati ricevuti 650mila dollari in finanziamenti per sviluppare dal punto di vista tecnico i collegamenti web tra la Terra, la Luna e possibilmente anche Marte. La banda larga ha già fatto “litigare" Huawei, Elon Musk e Amazon, mentre nel caso di Aquarian Space la situazione sembra essere molto più tranquilla.

I soldi ricevuti per questa rete Internet stellare sono stati considerati come un passo importantissimo verso l’obiettivo finale di portare i collegamenti telematici ad alta velocità oltre il nostro pianeta, nella speranza che sia un futuro non troppo lontano. La velocità dei collegamenti, inoltre, dovrà essere tale da consentire lo streaming di video in 4K. L’idea di Aquarian Space è presto detta. Bisognerà implementare questo avveniristico sistema di comunicazioni entro e non oltre il 2024, dando vita a reti satellitari commerciali con una trasmissione dati invidiabile (100 megabit al secondo, tre volte oltre la velocità del residente medio americano).

Le comunicazioni fra Terra e Luna

Nel giro di pochi anni ci sarà dunque una vera e propria rivoluzione. Nel 2021 i lander, orbiter e rover nei pressi della Luna erano appena 13, mentre entro il 2030 diventeranno circa duecento, il che significa che si punta a una fiorente economia lunare. Le future missioni sul nostro satellite sono sempre più vicine, tanto è vero che potrebbe diventare una preziosa riserva di aria respirabile. Ogni attività, comunque, non potrà essere portata avanti senza il contributo fondamentale delle comunicazioni Terra-Luna. Per il momento Aquarian si è affidata a una serie di aziende che fanno parte del programma della NASA “Commercial Lunar Payload Services", contatti destinati ad aumentare nel corso dei prossimi mesi.

La trasmissione spaziale dei dati

Oltre al tempistica (il già citato 2024 come traguardo finale) e a questi contatti con le aziende, non sono stati forniti altri dettagli utili in tal senso. La rete Internet lunare dovrà basarsi su tecnologie molto sofisticate e ai clienti del progetto è stato chiesto esplicitamente di adattarsi ai servizi di Aquarian. La trasmissione dati spaziale dovrebbe chiamarsi Solnet, mentre per quel che riguarda i satelliti da impiegare in questa iniziativa c’è ancora il mistero assoluto. La società non vuole comunque fermarsi al semplice collegamento telematico. Come verrà sfruttata la rete?

Come reso noto dalla compagnia americana, la rete Internet dovrà essere utilizzata per osservare meglio e in maniera più approfondita i detriti spaziali, senza dimenticare il monitoraggio del tempo spaziale e la fornitura di informazioni scientifiche relative alla Luna e a Marte. Il primo mezzo interplanetario per muoversi nel nostro satellite è stato appena svelato, i viaggi dei prossimi anni saranno dunque molto diversi da quelli degli anni ’60 e ’70 del secolo scorso. Gli astronauti potranno infatti contare su spostamenti molto più rapidi e soprattutto su una connessione web che mezzo secolo fa non era nemmeno immaginabile.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963