Libero
SCIENZA

È stata scoperta una nuova specie

Negli Stati Uniti, più precisamente in California, è stata scoperta una nuova e particolarissima specie di millepiedi: ha 486 zampe

Un nuovo millepiedi Fonte foto: Studio pubblicato su rivista scientifica ZooKeys

Quota mille è lontana, ma il numero è pur sempre impressionante. Negli Stati Uniti è stato individuato ufficialmente un millepiedi davvero particolare, un animale fino a pochi giorni fa sconosciuto e che non è stato semplice scovare. Il merito si deve ai ricercatori che hanno scoperto un esemplare con ben 486 zampe a Los Angeles e dintorni.

I risultati dello studio scientifico sono stati pubblicati nella rivista specializzata “ZooKeys”. Si sta parlando del lavoro svolto da alcuni biologi americani che si sono impegnati parecchio nel raccogliere tutte le testimonianze possibili sulla specie, oltre a una serie di fotografie. Il primo dato di fatto non è stato incoraggiante: questo millepiedi è tra i più sfuggenti in assoluto.

L’antica indagine sul millepiedi

Il millepiedi di cui si sta parlando si chiama llacme socal e fa parte di un gruppo di animali che non ha né occhi né una specifica pigmentazione. La sua storia è a dir poco particolare: prima del riconoscimento ufficiale da parte della comunità scientifica sono stati necessari quasi due secoli, per la precisione 180 anni e il motivo è presto detto. La prima e unica indagine faunistica dello Stato della California è avvenuta nel corso dell’800, poi si è dovuto attendere parecchio tempo prima dell’aggiornamento di questo lavoro.

Le caratteristiche del millepiedi da 486 zampe sono sorprendenti. Anzitutto ha una superficie lucida, quasi fluorescente e che tende al bianco opaco. Le dimensioni sono poi molto ridotte rispetto ad altri esemplari, tanto è vero che la specie misura appena 20 millimetri. Gli esperti si sono anche accorti di un suo comportamento incredibile, nello specifico quando comincia a scavare nel terreno. I movimenti sono infatti sinuosi e raffinati, al punto che sono stati paragonati a un ago impiegato per il ricamo. Non a caso il suo nome alternativo è quello di “millepiedi del filo di Los Angeles”.

Il millepiedi tipico di una città affollata

Ma dove è possibile trovarlo più di frequente? Il millepiedi in questione è tipico delle riserve boschive e delle campagne, per l’appunto in California. Viste le dimensioni ridotte, però, non è stato mai semplice individuarlo, soprattutto quando si nasconde tra gli strati di fango e nelle foglie. In base a quanto sottolineato dalla ricerca americana, è la testimonianza di come le aree verdi vadano preservate col massimo impegno possibile, altrimenti si rischia di rovinare gli habitat. Persino in una città affollata e urbanizzata come Los Angeles si possono scovare animali di questo tipo, a pochi passi dalle strade più caotiche.

La storia degli avvistamenti del millepiedi da 486 zampe può essere fatta risalire a cinque anni fa. Nel 2018, non lontano da Lake Forest (nella contea californiana di Orange) la specie venne individuata da alcuni naturalisti che però non si accorsero di avere a che fare con un esemplare locale. A distanza di un lustro c’è una maggiore preparazione per riconoscere il millepiedi in modo più preciso nella speranza che se ne possano trovare altri nel giro di poco tempo. Non sarà semplice, ma i biologi si sono detti piuttosto ottimisti per quel che riguarda il futuro.

Vivi le relazioni in modo sano

Libero Annunci

Libero Shopping